Un caffè insieme – La testimonianza, un pilastro dell’Islam

Un caffè insieme – La testimonianza, un pilastro dell’Islam

Carissimi lettori, questa volta vorrei focalizzarmi sulle implicazioni della testimonianza (testimonio che non c’è altro Dio che Allah e che il profeta Muahmmed è il Suo messaggero ) che Muhammed è il Messaggero di Allah .Vi ricordo che la testimonianza è il primo pilastro dell’Islam.

ADimensione Font+- Stampa

Carissimi lettori, questa volta vorrei focalizzarmi sulle implicazioni della testimonianza (testimonio che non c’è altro Dio che Allah e che il profeta Muahmmed è il Suo messaggero ) che Muhammed è il Messaggero di Allah .Vi ricordo che la testimonianza è il primo pilastro dell’Islam.

Riconoscere il messaggio del Profeta Muhammad (pace e benedizione su di lui) come veritiero e universale: il messaggio islamico non è confinabile al popolo in cui è sorto o all’epoca in cui è stato rivelato: è un messaggio che supera i confini di spazio di tempo e la sua validità si estende fino al giorno del giudizio universale; il primo  verso di Sura “ Il Discrimine” afferma: “Benedetto Colui che ha fatto scendere il Discrimine nel Suo servo, affinché potesse essere un ammonitore per tutti i mondi”.

Credere nell’infallibilitá di quello che il Messaggero trasmette dal Signore, conformemente a quello che Allah stesso ne dice:  “E neppure parla d’impulso: non è che una Rivelazione ispirata”. Queste ultime parole sono riportate nel terzo e quarto verso di Sura “La Stella”. Per il resto degli aspetti della vita il Messaggero di Allah è un essere umano come gli altri, in tutti i problemi in tutti i suoi giudizi fa lo sforzo di analizzare e riflettere. Egli stesso dichiara: “Ricorrete a me per giudicare tra di voi secondo giustizia. Eppure basta che uno di voi sia più abile dell’altro nell’esporre le sue ragioni, perché io gli sia favorevole, per più ascolto da me prestatogli. Chi dalla mia sentenza avrà ottenuto più del meritato, non lo prenda; se lo fa avrà preso una parte è dell’inferno” (Sahih di Bukhari e Muslim ).

Credere che la missione del profeta Muhammad(pbsdl) è una Misericordia per tutta l’umanità; Allah dice infatti nel 107esimo verso di Sura “I Profeti” : “Non ti mandammo se non come misericordia per il creato”.

Allah ha detto il vero perché Muhammad (pbsdl) è una misericordia in tutti i sensi del termine: ha condotto gli uomini dall’adorazione degli uomini all’adorazione del Signore e infine li ha condotti dalle strettezze della vita terrena all’immensità della vita eterna.

Credere fermamente che Muhammed (pbsdl) è l’ultimo Messaggero, il Sigillo dei Profeti. Dopo di lui non vi sarà nessun messaggero o profeta dato che Dio dice nel 40esimo verso di Sura “ I Coalizzati”: “Muhammed non è padre di nessuno dei vostri uomini, egli è l’inviato di Allah e il sigillo dei profeti. Allah conosce ogni cosa”.

Il Profeta (pbsdl) dice a questo riguardo: “Dagli altri profeti mi distinguo per sei segni: il dono del dire molto con poche parole; Allah mi venne in soccorso terrificando il nemico; il bottino mi è lecito; la terra è per me tutta una moschea e una materia di purificazione; il Signore mi ha inviato a tutte le creature, ha fatto di me il sigillo dei Profeti” (Sahih di Muslim) . 

Seguire il Profeta(pbsdl) suppone e implica essere a conoscenza della sua vita, studiarla bene per considerarla un esempio da imitare o a cui ispirarsi. Il Profeta( pbsdl) nel ragguardevole rango volutogli da Dio, senza eccessiva adulazione né mancamenti nei suoi confronti. Il Profeta(pbsdl) stesso dice: “Non adulatemi come i cristiani hanno adulato il figlio di Maria, io sono solo il servo di Allah; chiamatemi dunque il servo di Allah e il Suo messaggero” (Sahih di Bukhari).

Ogni volta che il Messaggero di Allah viene ricordato, il fedele deve invocare Allah in suo favore. Il 56esimo verso Di Sura “ I Coalizzati” riporta: “In verità Allah e i suoi angeli benedicono il Profeta. O voi che credete, beneditelo e invocate su di lui la pace”. D’altronde il Profeta (pbsdl) stesso dice: “Egoista è colui che non invoca pace e benedizione su di me su di me, ogni volta che sono rammentato” (Tirmidhi).

Muhammed (pbsdl) ha illustrato gli effetti dell’amore per il profeta su ogni fedele, attraverso l’episodio seguente: “Un giorno un uomo domandò al Profeta(pbsdl): Quando verrà L’Ora? il Profeta(pbsdl) rispose dicendogli: “Che lei ha apprestato?”. L’uomo tacque per un po’ come rassegnato e dichiarò: messaggero di Allah non le ho preparato né grande digiuno, né, lunga preghiera, né grande elemosina, ma amo Allah e il Suo profeta; il Messaggero di Allah gli rispose: “Sarai con quelli che ami “ (Sahih di Bukhari e Muslim). In un altro hadith , il Profeta (pbsdl) disse :“Tre sono i beni che, se posseduti, procureranno la dolcezza della fede: amare Allah e il profeta più di ogni altro è più di tutto; amare ogni altro per l’amore di Allah; temere di tornare alla misericordia dopo che Allah ha permesso di liberarsene, come si teme di essere gettati all’Inferno”. (Sahih di Bukhari e Sahih Muslim ).

Natale Viterbo