Ufficio immigrazione a Palazzo dei Priori, Prefettura contro Rossi: “Grave strumentalizzazione”

Ufficio immigrazione a Palazzo dei Priori, Prefettura contro Rossi: “Grave strumentalizzazione”

La Prefettura difende la scelta del Comune di Viterbo: "La richiesta avanzata dalla prefettura di Viterbo rientra esclusivamente nell’ottica di una piena ed efficace collaborazione tra uffici pubblici".

ADimensione Font+- Stampa

“La richiesta avanzata dalla prefettura di Viterbo – scrive l’Ufficio Territoriale del Governo – per ottenere dal comune la concessione in comodato d’uso gratuito dei locali attigui alla prefettura, rientra esclusivamente nell’ottica di una piena ed efficace collaborazione tra uffici pubblici.

I locali posti al piano terra di piazza del Plebiscito, dove sono gli uffici dell’Urp e il Sui devono essere messi in sicurezza e, per non creare disagio al personale in servizio e garantire la continuità dell’azione amministrativa, si è ritenuto di chiedere la disponibilità dei locali di proprietà del comune per il tempo strettamente necessario all’effettuazione dei lavori e il loro adeguamento.

Non si comprendono i motivi della grave e del tutto gratuita strumentalizzazione che di tale vicenda è stata fatta laddove un’ordinaria attività finalizzata a garantire continuità dell’azione amministrativa è stata ricostruita in modo distorto e non funzionale alla cura dell’esclusivo interesse pubblico.

La prefettura chiarisce, inoltre, cha la durata del comodato d’uso gratuito dei locali di palazzo Priori sarà quella strettamente necessaria alla realizzazione dei lavori di adeguamento degli uffici della prefettura e che l’occupazione temporanea dei locali, attualmente non utilizzati, non intralcia in nessun modo le attività che il comune ha già posto in essere per il recupero degli stessi”.