Tuscia in Jazz al via tra 7 giorni: “A Castiglione è già sold-out”

Tuscia in Jazz al via tra 7 giorni: “A Castiglione è già sold-out”

Ad una settimana dall’inizio del Tuscia in Jazz Spring Festival, in programma dal 24 al 28 marzo, a Castiglione le strutture ricettive sono già tutte sold out.

ADimensione Font+- Stampa

Ad una settimana dall’inizio del Tuscia in Jazz Spring Festival, in programma dal 24 al 28 marzo, a Castiglione le strutture ricettive sono già tutte sold out. L’edizione primaverile della manifestazione diretta da Italo Leali organizzata a Castiglione in Teverina ha già fatto registrare il sold-out nelle strutture ricettive nel centro del borgo. Il Muvis Museo del vino, intanto, con i suoi 2.200 mq si prepara a ospitare oltre 100 musicisti provenienti da tutta Italia per studiare e suonare al Tuscia in Jazz.

“Oltre 100 persone – scrive il Tuscia in Jazz – provenienti da tutta Italia si riverseranno nei giorni di Pasqua nella modernissima struttura del MUVIS per partecipare ai seminari e ai concerti del Tuscia in Jazz Spring. Ancora una volta il Tuscia in Jazz, dopo Ronciglione e Viterbo, riesce nel suo intento di promuovere il territorio attirando nella Tuscia ogni anno centinaia di turisti che seguono il festival nelle differenti location. Insieme a Bagnoregio con la sua Civita, Castiglione in Teverina rappresenta al meglio la scelta del festival di investire sul territorio della Teverina, sulla sua strada dei Vini e Civita di Bagnoregio”.

Nel 2016 il Tuscia in Jazz Festival si terrà infatti per intero nella Teverina. Dopo il festival di Pasqua e il concerto del 25 aprile di Robert Glasper, il Tuscia in Jazz tornerà per realizzare i suo concerti ed i suoi seminari in luglio a Castiglione in Teverina e Bagnoregio.

Durante l’edizione di Castiglione dal 24 al 29 in programma grandi nomi della musica come Donnie Mc Caslin, Nate Wood, Elisabetta Antonini, Jason Lindner, Aldo Bassi, Matt Clohesy, Fabio Zeppetella e Harold Bradley. Protagonista del festival sarà anche il vino con le case vinicole del territorio presenti al festival e i prodotti della cucina locale. Dal 24 al 28 marzo nel Ristorante del MUVIS sarà possibile mangiare sia a pranzo che a cena a partire da 10 euro. Dopo i concerti ogni sera, al Ristorante del MUVIS, si terranno delle jam session aperte a tutti con degustazione di vini e spaghetti a mezzanotte.

Per il programma dettagliato del festival visita www.tusciainjazz.it o la Pagina Facebook.

Decarta racconta la Tuscia