“Turisti a bordo!”; ecco il bus che unisce Bagnoregio, Bolsena e Orvieto

“Turisti a bordo!”; ecco il bus che unisce Bagnoregio, Bolsena e Orvieto

C'è un bus turistico che sta mettendo in collegamento tre importanti realtà nel territorio di Tuscia. Il triangolo è quello tra Bagnoregio, Bolsena e l'umbra Orvieto. La storia di una scommessa importante per costruire l'offerta turistica di un territorio.

ADimensione Font+- Stampa

C’è un bus turistico che sta mettendo in collegamento tre importanti realtà nel territorio di Tuscia. Il triangolo è quello tra Bagnoregio, Bolsena e l’umbra Orvieto.

Esperienza possibile il sabato e la domenica, ma questo è solo l’antipasto. Il ragionamento è lapalissiano ma fino a oggi in pochi l’hanno affrontato, classe politica del territorio in primis: “Per mettere a frutto le potenzialità turistiche di una terra bisogna innanzitutto averne consapevolezza, quindi lavorare con pazienza ed entusiasmo”.

Traduzione lampo: “Per avere un mercato turistico bisogna costruirlo”. Passo numero uno: ragionare fuori dai campanilismi. Passo numero due: individuare un territorio “largo” vendibile. Azione tre: mettere in comunicazione i vari nodi di questa mappa. Ed è a questo punto del ragionamento che entra in gioco il bus GT 17 posti, bianco, che sfreccia tra la Teverina e l’area del lago di Bolsena. Unendo quel mondo interessante alla stazione ferroviaria di Orvieto. E’ quello il porto di sbarco, come lo è l’autostrada.

L’idea delle escursioni in bus nasce nel 2016 sull’onda dei tanti ragionamenti sviluppati da due ragazzi orvietani: Daniele Perali e Maria De Rito, a seguito della creazione di Onetcard; il Circuito di promozione territoriale da loro stessi sviluppato due anni prima che attraverso una card promuove il territorio collegando per la prima volta tre località: Orvieto, Bolsena e Civita di Bagnoregio attraverso una logica di sconti per il turista.

Nei due anni di sviluppo del Circuito uno dei limiti principali che emerse sul territorio fu l’evidente mancanza di collegamenti in grado di garantire e agevolare lo spostamento dei flussi turistici. Così del 2016, dopo aver maturato la convinzione della necessità di un intervento in tal senso i due ragazzi si sono rivolti all’esperienza e alla capacità di due tra le migliori aziende che da anni operano nel settore turistico: l’EPF tours di Montefiascone e Teseotur di Orvieto.

Dalla collaborazione dei tre gruppi e con l’appoggio e il contributo di alcune importanti aziende locali, finalmente il 10 giugno, dopo mesi di intenso lavoro dedicato allo sviluppo del progetto, è partita la prima corsa con i primi 4 turisti brasiliani in vacanza da queste parti. Da allora ogni sabato e domenica un bus bianco con un logo azzurro sulle fiancate attraversa gli splendidi paesaggi che collegano le tre fortunate località trasportando i turisti alla scoperta delle magnificenze di questo incredibile territorio.

A bordo viene messo a disposizione dei turisti del materiale cartaceo e un’audioguida che illustrano in italiano e inglese le connessioni storico culturali tra le tre località.

A quasi 2 mesi dalla prima partenza, fine settimana dopo fine settimana, il numero di turisti che partecipano alle escursioni è in continua crescita. Tutto acquistabile sia on line su Teseotur, che a terra nelle biglietterie indicate nel sito.

Nel cammino che porta alla realizzazione di un sogno il momento più difficile è sempre il primo passo. Buon viaggio.

 

  • Pietro Labate

    Comlimenti, eppur si muove….

Banner
Banner
Banner