Trulli: “Spostare i Del Piombo non porta a rilancio culturale”

Trulli: “Spostare i Del Piombo non porta a rilancio culturale”

"Spostare le opere di Sebastiano a del Piombo nei locali del Comune è un errore che rientra pienamente nella logica di rilancio turistico e non culturale".

ADimensione Font+- Stampa

“Spostare le opere di Sebastiano a del Piombo nei locali del Comune è un errore che rientra pienamente nella logica di rilancio turistico e non culturale”. Marco Trulli, operatore culturale e presidente del Comitato provinciale dell’Arci Viterbo, interviene rimarcando le parole di Gianluca De Dominicis e la posizione espressa anche da Gian Maria Cervo e Antonio Rocca, che insieme dicono la stessa cosa e cioè che dallo spostamento ne risulterebbe mortificato il Museo Civico.

“Spostare le opere di Sebastiano del Piombo – scrive l’operatore culturale Marco Trulli – nei locali del Comune è un errore che rientra pienamente nella logica di rilancio turistico e non culturale. È una semplificazione sbagliata, che mira definitivamente a smobilitare il Museo Civico, che invece deve essere oggetto di un piano di recupero. Solo attraverso la visita di un museo, anche nelle sue testimonianze minori, comprendiamo la complessità del patrimonio storico artistico locale. Questa decisione rientra tipicamente in una visione del patrimonio artistico come giacimento petrolifero da mettere a rendita, invece che, prima di tutto, tessuto connettivo simbolico, storico e culturale di una città e di un territorio”.