Trasporto Macchina di S. Rosa, finiti i tempi della promozione a Fiumicino e sui grandi media

Trasporto Macchina di S. Rosa, finiti i tempi della promozione a Fiumicino e sui grandi media

“E' la Macchina più vista della storia”, titolava lo scorso anno Il Messaggero di Viterbo. Sicuramente l'operazione più “grossa” era stata quella messa a segno a Fiumicino. Scalo internazionale con centinaia di migliaia di persone in transito ogni giorno. Una comunicazione del tre settembre importante, gestita anche con i giusti tempi.

ADimensione Font+- Stampa

Due mesi di pubblicità all’aeroporto di Fiumicino, pagine sul Corriere della Sera, Messaggero, Metro, articoli sulla rivista di viaggi Bell’Italia e altre similari. Promozione attraverso i social e la messa su Rai Uno dalla basilica di Santa Rosa. Queste le azioni di promozione messe in campo dal Comune di Viterbo per il Trasporto 2016 della Macchina di Santa Rosa e quest’anno?

“E’ la Macchina più vista della storia”, titolava lo scorso anno Il Messaggero di Viterbo. Sicuramente l’operazione più “grossa” era stata quella messa a segno a Fiumicino. Scalo internazionale con centinaia di migliaia di persone in transito ogni giorno. Una comunicazione del tre settembre importante, gestita anche con i giusti tempi.

Di quello che accadrà quest’anno ancora non si sa nulla. L’operazione Fiumicino non sarà ripetuta e anche tutto il resto rimane in alto mare. Con il Ferragosto e le ferie di massa, anche a Palazzo dei Priori, alle porte.

Il principale evento viterbese rischia di rimanere poco coperto sul piano della comunicazione. E questo è un significativo errore strategico, se si considera che l’occasione è d’oro anche per promuovere la città dal punto di vista turistico.