Tracciati Urbani, 1979-1980: Alfonso Talotta presenta il catalogo della sua ricerca artistica

Tracciati Urbani, 1979-1980: Alfonso Talotta presenta il catalogo della sua ricerca artistica

La pubblicazione di Edizioni Davide Ghaleb, con il contributo della Fondazione Carivit, è presentata da uno scritto di Gianni Garrera, critico d’arte e docente di Estetica Teatrale presso la Scuola di Teatro del Teatro Stabile di Napoli

ADimensione Font+- Stampa

Tracciati Urbani, 1979/1980: Alfonso Talotta presenta il catalogo della sua ricerca artistica. La pubblicazione di Edizioni Davide Ghaleb, con il contributo della Fondazione Carivit, è presentata da uno scritto di Gianni Garrera, critico d’arte e docente di Estetica Teatrale presso la Scuola di Teatro del Teatro Stabile di Napoli, che interverrà anche alla presentazione.

All’appuntamento di mercoledì 15 novembre alle 16.30 presso il Bic Lazio, interverrà anche Mario Brutti, presidente della Fondazione CARIVIT e sarà proiettato un video , realizzato dalla giornalista Monica Di Lecce che raccoglie le immagini delle azioni che hanno portato alla realizzazione dei “Tracciati Urbani” e delle opere stesse.

Insieme all’artista viterbese Alfonso Talotta interverranno anche il fotografo Francesco Biganzoli, che racconterà alcune situazioni di quel periodo quando, poco dopo essere arrivato a Viterbo da Milano, nel 1977, condivideva con alcuni artisti viterbesi tra cui, appunto, Talotta, progetti e idee; e il pittore Pino Fochesato che tra la fine degli anni settanta e l’ inizio degli anni ottanta si è trovato spesso ad esporre con Alfonso Talotta che era alle sue prime mostre e che, soprattutto, è stato testimone attivo nella realizzazione di molti “Tracciati Urbani”, con il suo “Maggiolone” protagonista. Moderatrice la storica dell’arte Maria Elena Piferi.