Torre “con crepe” di Raniero Capocci, 58mila euro per la messa in sicurezza

Torre “con crepe” di Raniero Capocci, 58mila euro per la messa in sicurezza

Torre di via Raniero Capocci, iniziano i lavori di messa in sicurezza. Esattamente un anno fa, in seguito ai violenti terremoti che hanno scosso il Centro Italia, su una delle torri civiche di viale Raniero Capocci si sono allargate delle crepe presenti da tempo.

ADimensione Font+- Stampa

Torre di via Raniero Capocci, iniziano i lavori di messa in sicurezza. Esattamente un anno fa, in seguito ai violenti terremoti che hanno scosso il Centro Italia, su una delle torri civiche di viale Raniero Capocci si sono allargate delle crepe presenti da tempo.

Dopo mesi di transennamento e attesa la struttura verrà finalmente sistemata grazie a un appalto, già aggiudicato, di 58.000 euro.

L’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Viterbo aveva spiegato che i lavori, che rientrano in un progetto più ampio di sistemazione delle torri civiche di Viterbo, sarebbero stati fatti quasi certamente entro Santa Rosa, cosa che però non è avvenuta. Quasi due mesi dopo però si è arrivati al risultato.

Nel dettaglio, gli interventi riguarderanno la messa in opera di traversi a livello dell’imposta della volta e di tiranti tramite catene metalliche. Prevista inoltre la risarcitura delle lesioni, il ripristino della continuità muraria con interventi di scuci-cuci e il consolidamento del nucleo interno mediante iniezioni a bassa pressione di miscele leganti e l’inserimento di barre inox. Ad occuparsene sarà la ditta Fedeli Paolo Srl di Soriano nel Cimino.

Per l’esecuzione dell’opera è prevista una modifica della viabilità in viale Raniero Capocci. Si legge nell’ordinanza del Settore Lavori Pubblici, dalle ore 7 del 30 ottobre e fino al termine dei lavori, nel tratto adiacente la torre – in prossimità dell’impianto semaforico nelle vicinanze di Porta della Verità -, verrà istituito il restringimento della carreggiata stradale.