Terremoto: scuole chiuse nella Tuscia per permettere controlli di stabilità

Terremoto: scuole chiuse nella Tuscia per permettere controlli di stabilità

Molti sindaci della Tuscia hanno deciso di chiudere le scuole giovedì 27 ottobre per eseguire controlli precauzionali negli edifici

ADimensione Font+- Stampa

Terremoto: scuole chiuse in molti Comuni della Tuscia per permettere controlli sulla stabilità degli edifici. Giovedì27 ottobre le scuole di ogni ordine e grado dei comuni diAcquapendente, Bagnoregio, Canepina, Caprarola, Civita Castellana, Gradoli, Grotte di Castro, Orte, Nepi, San Lorenzo Nuovo, Soriano nel Cimino, Vallerano, Vasanello e Vignanello rimarranno chiuse in via precauzionale per eseguire controlli precauzionali in seguito alle scosse del terremoto registrate nella serata del 26 ottobre.

Decisioni prese dopo le due forti scosse che hanno sconvolto le Marche e che sono state percepite fortemente anche nella Tuscia.

 

Banner
Banner
Banner