Terremoto, la gara di solidarietà: Facchini, Croce Rossa, Caritas, Avis, Arci, Confartigianato si sono attivati (articolo in aggiornamento)

Terremoto, la gara di solidarietà: Facchini, Croce Rossa, Caritas, Avis, Arci, Confartigianato si sono attivati (articolo in aggiornamento)

In queste ore sono partite altre collette, a partire da quelle della croce rossa. L’invito è quello di conferire generi alimentari di prima necessità non deperibili. Non prodotti freschi.

ADimensione Font+- Stampa

Update: servono prodotti di prima necessità, per l’igiene del corpo, dei bambini e delle donne e biancheria intima di tutte le taglie NUOVA, carta igienica, rotoloni.

Parte la gara di solidarietà e le collette alimentari. I Facchini e la Caritas hanno deciso di destinare il cibo raccolto durante le cene per le popolazioni colpite dal sisma. Tutti i beni raccolti durante le tradizionali cene di solidarietà, saranno destinati dai Facchini di Santa Rosa e dalla Caritas ai sopravvissuti al terremoto della scorsa notte.

La raccolta organizzata da Facchini di Santa Rosa e Caritas è in piazza san Lorenzo, ma non sarà l’unica. In queste ore sono partite altre collette, a partire da quelle della croce rossa. L’invito è quello di conferire generi alimentari di prima necessità non deperibili. Non prodotti freschi.

Altre iniziative intanto sono partite, come la raccolta di sangue sostenuta da Avis (qui le indicazioni), e altre.

La CRI Viterbo ha attivato un centro di raccolta e indicato un Iban al quale inviare contributi. Qui tutte le info.

Arci ha attivato 4 punti di raccolta tra Viterbo, Capranica e Gallese (clicca qui per le indicazioni), per una colletta alimentare e di prodotti di prima necessità. Si può anche donare tramite Iban.

Confartigianato Imprese ha attivato un centro di raccolta. I cittadini che vorranno mettersi a disposizione per fornire beni di prima necessità e fondi a favore della popolazione colpita dal terremoto possono contattare gli uffici di Confartigianato imprese di Viterbo ai numeri 0761.33791 e 331.6780544.

Risparmio Casa, sottolinea la consigliera del Pd Daniela Bizzarri, ha attivato un centro di raccolta.

Il Comune di Viterbo, tramite l’assessore Alessandra Troncarelli, ha fatto sapere che presto aprirà un conto corrente per versare contributi per le zone terremotate.

Il sindaco del Comune di Bagnoregio Francesco Bigiotti ha fatto sapere che proporrà alla giunta di dedicare il ricavato di Civita Festival alle popolazioni terremotate.

La consigliera del Pd Martina Minchella rende noto che presso il centro polivalente di San Martino al Cimino, con la collaborazione delle associazioni del territorio, apre oggi una postazione per la raccolta di generi alimentari non deperibili.

Ci sono anche iniziative di Ristoranti. Qui.

Presso il centro Sociale Polivalente “La Torre di Bagnaia”, con la collaborazione delle associazioni del territorio, verrà adibita nelle prossime ore una postazione per la raccolta di generi alimentari non deperibili.

La Regione Lazio ha aperto un conto corrente per ricevere le donazioni in favore di Amatrice e Accumuli, le due realtà laziali devastate dal sisma. Qui tutte le info.

Anche l’Unione Comunale del Pd (venerdì 26 e sabato 27 agosto) ha avviato una raccolta di prodotti di prima necessità presso Piazza dei Caduti, dalle ore 09.30 alle 12.30 e il pomeriggio dalle ore 16.30 alle ore 19.30.

Anche Forza Italia si è attivata. Ha aperto un conto corrente dedicato alle necessità dei terremotati presso la filiale BPER di Viterbo intestato coordinamento Forza Italia provincia di Viterbo – solidarietà azzurra Iban IT37R0538714500000002474912.

Articolo in aggiornamento.

 

Banner
Banner
Banner