Termalismo, un nuovo progetto imprenditoriale per “sdoganare” l’oligopolio

Termalismo, un nuovo progetto imprenditoriale per “sdoganare” l’oligopolio

Un investimento davvero importante e che contribuirebbe a sdoganare un certo oligopolio (“potere” di pochi) che si è venuto a radicalizzare nel capoluogo della Tuscia negli ultimi decenni. Con tutti gli effetti collaterali degli oligopoli.

ADimensione Font+- Stampa

Termalismo, il futuro di una nuova realtà imprenditoriale pronta a sorgere nel comparto passa oggi per il consiglio comunale.

All’ordine del giorno la discussione sulla lottizzazione della società Free Time in località Paliano. Ci troviamo sulla Cassia Sud, a poche decine di metri dalle già famose Masse di San Sisto. Si parla di una realtà importante: 70mila metri cubi tra albergo termale e strutture abitative.

Un investimento davvero importante e che contribuirebbe a sdoganare un certo oligopolio (“potere” di pochi) che si è venuto a radicalizzare nel capoluogo della Tuscia negli ultimi decenni. Con tutti gli effetti collaterali degli oligopoli.

Alla sala d’Ercole il compito di dare o meno il nulla osta. L’iter seguito dal progetto è stato abbastanza lungo, avviato durante l’amministrazione Marini. Un tempo che ha permesso di sviscerare nei dettagli l’idea progettuale. Oggi capiremo se è bastato o arriveranno ulteriori rinvii.

Banner
Banner
Banner