Teatro Unione, Michelini è ottimista

Teatro Unione, Michelini è ottimista

Entro Pasqua sarà pronto e approvato il progetto per il completamento dei lavori al teatro dell'Unione. A Palazzo dei Priori sono ottimisti sul finanziamento regionale.

ADimensione Font+- Stampa

Teatro dell’Unione, c’è ottimismo nell’aria di Palazzo dei Priori. La notizia del definanziamento di un milione e 300mila euro deciso dalla Regione Lazio (leggi), soldi che erano stati destinati al completamento del terzo e ultimo lotto di lavori per il completamento dello storico teatro cittadino, sembra non aver scalfito l’ottimismo del sindaco Leonardo Michelini.

In un’intervista rilasciata al Messaggero il sindaco ha spiegato che arriveranno comunque i fondi necessari, che la Regione Lazio andrà a recuperare dalle economie realizzate a livello regionale sui Plus.

Per farla breve i soldi scomparsi torneranno. Lo stesso consigliere regionale Enrico Panunzi (leggi), nei giorni scorsi, ha reso noto che è intenzione dell’amministrazione Zingaretti sostenere la riapertura dell’Unione.

Il milione e 300mila euro servono per opere di adeguamento degli impianti tecnologici e per i lavori di messa a norma. Il de finanziamento è stato determinato dal fatto che ancora oggi i lavori di completamento non sono stati appaltati da Palazzo dei Priori e quindi “non essendo maturate le condizioni per l’utilizzo degli stessi la Regione ha optato per il definanziamento”. Il sindaco ha annunciato che il progetto sarà completo e approvato entro Pasqua. Il teatro invece, secondo la visione di Michelini, sarà pronto per settembre.