Teatro Caffeina, al lavoro per l’autorizzazione definitiva. Barelli: “I fatti accaduti per difetto di comunicazione tra le parti”

Teatro Caffeina, al lavoro per l’autorizzazione definitiva. Barelli: “I fatti accaduti per difetto di comunicazione tra le parti”

Teatro Caffeina, interviene Giacomo Barelli in qualità di legale a cui la Fondazione ha affidato il compito di curare i suoi interessi nel seguire l'iter amministrativo relativo all'apertura definitiva.

ADimensione Font+- Stampa

Teatro Caffeina, interviene Giacomo Barelli in qualità di legale a cui la Fondazione ha affidato il compito di curare i suoi interessi nel seguire l’iter amministrativo relativo all’apertura definitiva.

“In data 8 ottobre 2017 a seguito delle note vicende legate all’inaugurazione del Teatro Caffeina e alla richiesta di un’autorizzazione solo temporanea, la Fondazione Caffeina Cultura mi ha formalmente incaricato di curare i propri interessi, al fine di seguire l’iter amministrativo relativo alla definitiva apertura del “Nuovo Teatro Caffeina” – così l’avvocato Barelli -.

Pur non essendomi occupato fino a quel momento della procedura voglio da subito precisare che, al di là di ogni ricostruzione giornalistica, ho potuto apprezzare fin da subito la totale correttezza e buona fede nell’operato di tutte la parti coinvolte a partire dalla Fondazione passando per gli uffici comunali, i Vigili del Fuoco, Asl e tutte le autorità pubbliche e private coinvolte, che spesso operano all’interno di un quadro normativo che non sempre aiuta il lavoro degli operatori.

Senza entrare in inutili tecnicismi (SCIA 2 per eventi sotto le 200 persone, presenza e validità di un CPI scadente nel 2019, …) si tratta dell’apertura di una struttura polifunzionale, che è allo stesso tempo Teatro Bar e Libreria, un luogo, pertanto, in cui si intrecciano una serie di normative diverse e complesse, di non sempre facile decodificazione e il più delle volte soggette anche a differenti interpretazioni tra le diverse Regioni o Comuni d’Italia.

Tutto ciò purtroppo non ha impedito, a causa probabilmente di un profondo difetto di comunicazione intercorso tra le parti, che si verificassero gli spiacevoli inconvenienti dei giorni passati, che hanno indotto la Fondazione Caffeina Cultura alla giusta decisione di sospendere le attività fino all’ottenimento di un’autorizzazione definitiva in luogo di quella temporanea che, si specifica, era stata richiesta per i soli eventi dell’inaugurazione.

Ciò detto, la Fondazione Caffeina, per tramite dello scrivente legale, ha subito provveduto ad incontrare il Dirigente Comunale del settore Commercio già lunedì u.s e lo stesso farà con il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco già domani, mercoledì 11 ottobre, al fine di verificare insieme tutti gli aspetti della vicenda, proseguendo in quel clima di grande collaborazione che ha portato in questi e nei giorni passati a un quotidiano confronto sulle prescrizioni e gli accorgimenti da seguire affinché il Nuovo Teatro Libreria Bistrot Caffeina, un fondamentale luogo di cultura riaperto nel centro storico di Viterbo, oggi molto più sicuro rispetto al passato a seguito degli interventi di adeguamenti e miglioramenti in tema di sicurezza, possa finalmente riaprire con autorizzazione definitiva entro pochi giorni.

Banner
Banner
Banner