Tarantino a Troili: “non mi fa paura. E poi c’è un nuovo segretario”, ma non lo sa quasi nessuno

Tarantino a Troili: “non mi fa paura. E poi c’è un nuovo segretario”, ma non lo sa quasi nessuno

"Perché avrei dovuto convocare il circolo se nessuno mi ha comunicato questa esigenza? Troili alza un polverone per nascondere che non può dare risposte ai cittadini”."

ADimensione Font+- Stampa

“Mi sono dimesso da segretario un mese fa, Troili, che dovrebbe informarsi, alza un polverone per nascondere che non può dare risposte ai cittadini. Non mi mette paura”. L’ex segretario Domenico Tarantino, tirato in causa dal consigliere comunale del Pd Arduino Troili per non aver mai convocato il circolo del Pd di Bagnaia (leggi), risponde in diretta su Radio Verde a Sbottonati con parole al veleno nei confronti sia di Troili che dell’altra consigliera bagnaiola del Pd Melissa Mongiardo.

Non si sono mai fatti sentire – dice Tarantino – perché avrei dovuto convocare il circolo se nessuno mi ha comunicato questa esigenza? Ho dato per scontato che il lavoro che facevamo all’interno del direttivo fosse sufficiente e poi i consiglieri comunali non si sono mai degnati di farci sapere nulla del loro lavoro. Se qualcuno riteneva fosse necessario mi poteva telefonare”.

Ma il punto è un altro ancora. “Mi sono dimesso più di un mese fa e sono stato sostituito da Stefania Greto, dopo una riunione di sezione nella quale ho comunicato la scelta. Troili dovrebbe informarsi”. Senza Congresso? “Tutto secondo norme statutarie”, risponde Tarantino, anche se parte del Pd non ne era a conoscenza. “L’ho comunicato a chi di dovere, al segretario comunale. La segretaria Greto appena avrà preso pieno possesso dei suoi compiti lo farà sapere agli iscritti”.

Quanto alla sede, chiusa per far posto a una agenzia immobiliare, Tarantino è lapidario. “Non chiedetelo a me, ho dovuto chiudere perché gli affitti non venivano pagati da anni”. Quindi dalla vecchia segreteria guidata da Melissa Mongiardo? “Non lo so, chi doveva farlo non lo faceva”. Fatto sui cui mettiamo un punto di domanda. È davvero così? Al momento non ci risulta, ma verificheremo. “Ma prima di me – contrattacca poi Tarantino – quanti iscritti c’erano? Quante volte si riunivano prima che io diventassi segretario? Questa è una polemica strumentale, Arduino Troili non mi mette paura e dovrebbe occuparsi molto di più dei problemi di Viterbo e delle frazioni. Alza un polverone per nascondere che non può dare risposte ai cittadini”.