Taborri: “Rimpasto di giunta, è la politica”. Concluso l’incontro con i pontieri Pd

Taborri: “Rimpasto di giunta, è la politica”. Concluso l’incontro con i pontieri Pd

Goffredo Taborri incontra i "pontieri" del Partito Democratico e solletica un argomento che piace poco al sindaco Leonardo Michelini, quello del rimpasto.

ADimensione Font+- Stampa

“E’ arrivato il momento di dare visibilità politica anche al Nuovo Centrodestra”, questo il Goffredo Taborri pensiero. Per Leonardo Michelini una brutta notizia, perché l’incontro dei tre “pontieri” del Partito Democratico con il consigliere di Ncd riaccende i riflettori su un argomento che il primo cittadino è restio a toccare: il rimpasto di giunta.

“E’ la politica – dichiara Taborri -. Niente da dire sulla candidatura di Francesco Serra, è una figura qualificata, così come quella di Maurizio Tofani. Ognuno di loro può essere un buon presidente del consiglio, ma è anche arrivato il momento di riconoscere la giusta partecipazione e visibilità anche a un alleato fedele di questa amministrazione come il Nuovo Centro Destra. Se non ci sarà questa volontà ne trarremo le conseguenze”.

Questo il suo pensiero e questo il messaggio affidato oggi nelle mani di Alessandra Troncarelli, Aldo Fabbrini e Mario Quintarelli. L’incontro “pontieri” del Pd e Ncd chiude il giro di consultazioni che il partito di maggioranza relativa ha portato avanti in questi giorni. La partita della presidenza del consiglio è molto complicata e sembra piuttosto arduo riuscire a chiuderla senza il tanto chiacchierato rimpasto.