Successo di pubblico per ‘Io vivaio del mio’. Viterbix e La Fune riportano la satira a Viterbo

Successo di pubblico per ‘Io vivaio del mio’. Viterbix e La Fune riportano la satira a Viterbo

Un'ora di passaggi attenti su vari momenti della vita politica locale, intervallati da sorrisi e risate. Anche una buona dose di interazione con il pubblico. Presenti tanti rappresentanti delle minoranze del Comune di Viterbo, ma anche qualche uomo della maggioranza.

ADimensione Font+- Stampa

Una sala piena, nonostante il giorno infrasettimanale e l’orario non proprio dei più semplici (18,30). Il lancio del libro che La Fune e Viterbix hanno realizzato si è rivelato un successo.

In tanti hanno risposto all’appello e si sono ritrovati, copia alla mano, in quel del Caffè Letterario di via Garbini. Un posto importante, a disposizione della città. Al centro le vignette realizzate in questi anni da Sergio Insogna, in arte Viterbix.

Il racconto, attraverso i momenti salienti, dell’amministrazione di Viterbo. Grande protagonista il sindaco Leonardo Michelini, che ha ispirato anche il titolo: ‘Io vivaio del mio’. Poi spazio a tutti: dall’Ercolino sempre in piedi della politica viterbese l’onorevole Giuseppe Fioroni, passando per Giacomo Barelli, Chicco Moltoni e tanti altri.

Ma il centro non poteva che essere la maggioranza che dal 2013 regge e detta le sorti di Palazzo dei Priori. Perché la satira è tale se si misura con il potere. Mettendone a nudo contraddizioni, storture e difetti. La speranza di far riflettere e migliorare il sistema democratico di un luogo.

Un’ora di passaggi attenti su vari momenti della vita politica locale, intervallati da sorrisi e risate. Anche una buona dose di interazione con il pubblico. Presenti tanti rappresentanti delle minoranze del Comune di Viterbo, ma anche qualche uomo della maggioranza.

Il ricavato del libro sarà donato a un’associazione benefica viterbese, operante in un settore molto delicato.