STRAPOTERE PANUNZIANO. Nello spazio del centrosinistra viterbese è nato un nuovo Sole

STRAPOTERE PANUNZIANO. Nello spazio del centrosinistra viterbese è nato un nuovo Sole

Enrico Panunzi consigliere regionale. Alessandra Troncarelli, pianeta emergente dell'orbita panunziana, assessore della Regione Lazio. In pratica l'unico pezzo di Pd viterbese rimasto in piedi e capace di conquistare sullo scacchiere politico viterbese una posizione centrale.

ADimensione Font+- Stampa

Enrico Panunzi consigliere regionale. Alessandra Troncarelli, pianeta emergente dell’orbita panunziana, assessore della Regione Lazio. In pratica l’unico pezzo di Pd viterbese rimasto in piedi e capace di conquistare sullo scacchiere politico locale una posizione centrale.

E’ stato il tempo di Giuseppe Fioroni e della galassia fioroniana. Ora è una nuova epoca. Quell’Enrico Panunzi osteggiato dentro il Partito Democratico, messo all’angolo a colpi di maggioranza negli organismi territoriali del partito, ha di fatto ribaltato il tavolo.

Ora tutto è Panunzi e Panunzi è tutto in casa Dem. E il dato sarà ancora più vero nel caso, altamente probabile, che il centrosinistra perda il Comune di Viterbo. Una situazione incredibile e impensabile un paio di mesi fa. Poi la caduta di Giuseppe Fioroni alla Camera dei Deputati e di Luisa Ciambella nella partita delle regionali, dove la sfida era aperta proprio con Panunzi, hanno mutato lo scenario.

Andando con la mente a prima dello tsunami del 4 marzo si ricorderà cosa accadde nei giorni della decisione delle candidature alle regionali. Con il partito viterbese che, a colpi di maggioranza (fioroniana), cercò in ogni modo di schiacciare Panunzi. Prima facendo di tutto per spostare la sua candidatura dalla Regione alla Camera. Poi cercando di azzopparlo e impedendo la candidatura di una donna vicina a lui, negandogli la possibilità di avvantaggiarsi con il ticket. Cosa che invece è stata costruita nel modulo fioroniano tra Cimbella ed Egidi, anche se più a vantaggio della prima che del secondo (come i numeri hanno abbondantemente e marcatamente dimostrato).

Ora Panunzi è consigliere regionale. La sua fedelissima Alessandra Troncarelli è assessore regionale. Nessun uomo o donna del Pd viterbese ricopre altri incarichi. E’ quindi chiaro che è cambiato tutto. Ora la partita di Panunzi non può che essere la conquista del partito, anzi la ricostruzione.

Diventato il “centro del mondo” dovrà infatti occuparsi di qualcosa di particolarmente complicato: rigenerare il Partito Democratico. Dovrà farlo però non rimettendo in gioco le macerie ma andando a “pescare” nel mondo della provincia pezzi nuovi con cui edificare il proprio allargamento.