Strada Riello ripulita dalla vegetazione da un gruppo di cittadini, Fondazione: “Michelini ha fallito”

Strada Riello ripulita dalla vegetazione da un gruppo di cittadini, Fondazione: “Michelini ha fallito”

Strada Riello, un gruppo di cittadini interviene per pulire dalla vegetazione Strada Riello. Roberto Talotta, per conto del Direttivo Comunale di FondAzione per la Tuscia, interviene nel merito con un duro attacco all'Amministrazione Michelini.

ADimensione Font+- Stampa

Strada Riello, un gruppo di cittadini interviene per pulire dalla vegetazione Strada Riello. Roberto Talotta, per conto del Direttivo Comunale di FondAzione per la Tuscia, interviene nel merito con un duro attacco all’Amministrazione Michelini.

“Questa Amministrazione Comunale non finisce mai di stupire perché assiste impassibile alle numerose e cronicizzate problematiche che fanno di Viterbo una città da “terzo mondo”; ancora una volta, nonostante le tante segnalazioni che abbiamo inoltrato negli ultimi mesi, strada Riello sta letteralmente scomparendo sotto la vegetazione che ha ristretto il manto stradale ai minimi termini, creando le condizioni per possibili incidenti al traffico veicolare sostenuto non solo dai residenti di quella zona ma anche dai numerosi automobilisti che vi transitano per raggiungere l’Università, la Stazione dei Carabinieri e il Tribunale – le parole di Talotta -.

E, così, alcuni residenti si sono mobilitati per liberare strada Riello, seppure parzialmente e al meglio, sostituendosi al servizio comunale che doveva garantire la manutenzione non solo di questa strada, ma di tutte le altre strade cittadine, dovere questo che viene finanziato con le tasse dei contribuenti.

Di certo, vedere i cittadini che si prodigano per risolvere le manchevolezze del sindaco e dei vari assessori competenti non è cosa bella e anche questo colpevole disimpegno politico, di certo, sarà una motivazione in più da rammentare alle prossime elezioni che dovranno finalmente consegnare alla città una diversa gestione della Cosa Pubblica capace di restituire alla città benessere, prestigio e sviluppo clamorosamente falliti dall’Amministrazione Michelini”.

Natale Viterbo