Ecco come iniziò l’era Michelini. Guarda ‘Unelection day’, il documentario che lo racconta

Ecco come iniziò l’era Michelini. Guarda ‘Unelection day’, il documentario che lo racconta


Giugno 2013, Leonardo Michelini è sindaco di Viterbo. Il volto rilassato del neoeletto si concentra per rilasciare la sua prima intervista al Tg3. A pochi metri da lui, seduto e scuro in volto, c’è Giovanni Arena. E’ al posto di Giulio Marini, per il quale il colpo della sconfitta era tanto preannunciato quanto forte. Comunque ha scelto di starsene altrove, lontano da Palazzo dei Priori.

Quell’Etruria che piaceva tanto ai grandi pittori d’Europa

Quell’Etruria che piaceva tanto ai grandi pittori d’Europa


Bolsena, Ronciglione, Montefiascone ma anche Civita Castellana, le colline di Valentano e Piansano sono state immortalate per anni, dal Seicento all'Ottocento, dalla pittura di grandi artisti europei. Un patrimonio di bellezza ispirato dalla Tuscia a viaggiatori di mezza Europa e un primo sistema di promozione turistica ante litteram.

L’Isola Bisentina e la leggenda del passaggio per il regno sotterraneo di Agarthi

L’Isola Bisentina e la leggenda del passaggio per il regno sotterraneo di Agarthi


Proprio nel mezzo del lago di Bolsena si troverebbe la porta d'accesso, una delle diverse presenti in varie parti del mondo, al misterioso e mitico regno di Agarthi. Un regno tutto scavato all'interno della Terra.

C’è un drago nel lago di Bolsena e si chiama Volta

C’è un drago nel lago di Bolsena e si chiama Volta

Nel lago di Bolsena c'è un mostro, o perlomeno in epoche antiche si diffuse questa leggenda. Leggenda che affonda le sue origini nella cultura degli etruschi, che con Porsenna sembra riuscirono addirittura a sconfiggerlo.

Il fuggitivo, ovvero quando il militare Penny scappò dal campo 68 di Vetralla

Il fuggitivo, ovvero quando il militare Penny scappò dal campo 68 di Vetralla

Questa domenica vi raccontiamo la storia di un fuggitivo inglese, che ha saputo riconquistare la propria libertà, o qualcosa di simile, percorrendo d'un fiato 68 chilometri in bicicletta.

Viterbo-Auschwitz solo andata. Storia di una famiglia deportata tra coraggio e viltà

Viterbo-Auschwitz solo andata. Storia di una famiglia deportata tra coraggio e viltà

Angelo Di Porto, Vittorio Emanuele Anticoli e Letizia Anticoli. Sono questi i nomi dei tre ebrei viterbesi che hanno perso la vita nei campi di concentramento nazisti. Correva l’8 gennaio di settantaquattro anni fa quando vennero rastrellati dalla loro casa, in via della Verità 19.

Publio Muratore, il viterbese sopravvissuto all’orrore dei campi di concentramento

Publio Muratore, il viterbese sopravvissuto all’orrore dei campi di concentramento

Questa domenica, quella che segue il 27 gennaio e quindi il Giorno della Memoria, abbiamo deciso di riproporre una storia che "scovammo" nell'anno d'esordio de La Fune. Allora eravamo un piccolo giornale e questa storia finì sotto gli occhi di un numero di lettori limitato, rispetto a quello che La Fune è in grado di raggiungere oggi. Da questa constatazione la decisione di riproporre la storia di un viterbese finito nell'orrore dei lager. Buona lettura.

Seconda guerra mondiale, ecco la storia del “lancio su Vallebona”

Seconda guerra mondiale, ecco la storia del “lancio su Vallebona”

Un piccola pagina della seconda guerra mondiale è stata scritta anche nella frazione viterbese di Vallebona. Una storia dimenticata ma fatta di persone del posto che aiutarono sette soldati americani a nascondersi.

Mario Viola, il pilota viterbese che perse la vita nella “sfida agli spazi atlantici”

Mario Viola, il pilota viterbese che perse la vita nella “sfida agli spazi atlantici”

Mario Viola, il viterbese eroe dei cieli che fece parte della storia dei mitici idrovolanti italiani. Gli anni Trenta del Novecento misero al centro delle società di allora tanti miti. Tra questi anche quello ardito della conquista del cielo, della velocità dei trasporti e della possibilità di raggiungere ogni parte del mondo volando.