Lo straordinario successo della Notte degli Oscar del Calcio della Tuscia

Lo straordinario successo della Notte degli Oscar del Calcio della Tuscia


Quello che Alessio Fratini, stimato collega, è riuscito a costruire negli anni è qualcosa di bello e importante. Passione per il giornalismo e per il calcio allo stato puro, mixato con indiscutibili capacità. Da questo è nato il notissimo giornale sportivo online Calcio della Tuscia  e la Notte degli Oscar del Calcio della Tuscia.

Guerra alla plastica, Civita di Bagnoregio lancia un messaggio al mondo

Guerra alla plastica, Civita di Bagnoregio lancia un messaggio al mondo


Guerra alla plastica. La piccola Civita di Bagnoregio lancia un messaggio al pubblico internazionale e venerdì sera è stata protagonista in seconda serata su Rai Uno di uno speciale di Tv7.

La santità della patrona Rosa e quelle carte da sistemare

La santità della patrona Rosa e quelle carte da sistemare


Sembra un paradosso, ma le feste di Santa Rosa sono ormai imminenti. Infatti, se consideriamo che siamo ormai a giugno, ormai mancano poco più di due mesi. I problemi che vedono Santa Rosa relegata nella sala d’aspetto, per l’iscrizione della nostra Patrona nel Martirologio Romano sono sempre gli stessi. Anche il mio appello a Papa Francesco spedito tramite lettera, è rimasto lettera morta. Ancora oggi, infatti, non ho ricevuto alcuna risposta.

Dall’accoglienza all’imprenditoria: Waris e Masih, parrucchieri a San Faustino

Dall’accoglienza all’imprenditoria: Waris e Masih, parrucchieri a San Faustino

Arrivato in Italia, appena entrato nei progetti di accoglienza di Arci Solidarietà Viterbo Onlus, Waris e Masih hanno cercato la loro via e dopo un corso a Roma durato tre anni ora uno dei due può esercitare la professione di parrucchiere.

Alessandro IV, il papa che “creò” Viterbo e poi venne dimenticato

Alessandro IV, il papa che “creò” Viterbo e poi venne dimenticato

E’ ormai assodato che sono stati i papi che hanno fatto grande, bella e resa famosa nel mondo, Roma. Sempre i papi hanno dato gloria ad Avignone che pur non essendo famosa come Roma, è pur sempre una città che ha affidato il suo turismo, e la sua immagine, alla storia che l’ha vista sede papale per 72 anni. Dopo queste due città, ci siamo noi; c’è Viterbo, che può farsi vanto, di avere ospitato i papi per un periodo di quasi venticinque anni, durante il quale ogni parola che usciva dal Palazzo Papale, era legge per tutto il mondo conosciuto.

Corpus Domini 1462 – Quando Viterbo divenne la “dimora degli dei”

Corpus Domini 1462 – Quando Viterbo divenne la “dimora degli dei”

Quel giorno arrivarono nella città dei papi ben 150mila persone e la città era stata trasformata in un grandissimo teatro all'aria aperto. Un luogo quasi incredibile, tanto che lo stesso papa Pio II lo definì un paradiso.

Del Piombo, un punto di contatto tra Viterbo e i musei più importanti del mondo

Del Piombo, un punto di contatto tra Viterbo e i musei più importanti del mondo

L’unica grande mostra monografica su Sebastiano Del Piombo si è svolta nel 2008 al Palazzo Venezia di Roma. Un artista che, secondo la critica, ha espresso il meglio della propria pittura nel dipinto ‘La Pietà’, oggi conservato nel museo civico Rossi Danielli di piazza Crispi a Viterbo.

Prima guerra mondiale, a Palazzo Farnese una donna americana fonda un’impresa

Prima guerra mondiale, a Palazzo Farnese una donna americana fonda un’impresa

Durante la prima guerra mondiale a Caprarola venne fondata la Farnese Relief Fund. La titolare, una donna americana, fece arrivare dagli Stati Uniti diverse macchine da cucire e anche 40mila palette schiacciamosche per gli ospedali italiani. E dentro i saloni di Palazzo Farnese venne dato lavoro a tante donne del paese rimaste senza sostegni, dopo le partenze dei mariti per il fronte. Veramente una scheggia d’America sui Cimini.

Etruschi – 1837, quando i fratelli Campanari fecero conoscere le necropoli al mondo

Etruschi – 1837, quando i fratelli Campanari fecero conoscere le necropoli al mondo

Correva l'anno 1837, per i più precisi era anche il mese di gennaio. Al 121 di Pall Mall, in pieno West End londinese, Vittorio Campanari e i suoi figli aprono al pubblico un'incredibile mostra sugli etruschi.

Decarta racconta la Tuscia