Stemma medioevale scompare nel nulla dalla basilica di San Flaviano

Stemma medioevale scompare nel nulla dalla basilica di San Flaviano

A dare l'allarme l'appassionato di storia locale Quinto Ficari, che negli ultimi anni ha passato molto del suo tempo a studiare gli affreschi, le lapidi e ogni millimetro dell'importante basilica del colle falisco.

ADimensione Font+- Stampa

Sparito nel nulla stemma medioevale custodito all’interno della chiesa di San Flaviano a Montefiascone. A dare l’allarme l’appassionato di storia locale Quinto Ficari, che negli ultimi anni ha passato molto del suo tempo a studiare gli affreschi, le lapidi e ogni millimetro dell’importante basilica del colle falisco.

Si tratta di uno stemma datato mille e duecento-seconda metà del mille e trecento e raffigurante un leone rampante. “Uno stemma importante – commenta Ficari – perché speculare a quello scolpito sulla sepoltura di Defuk.

Il ricercatore si è accorto del fatto qualche tempo fa, durante l’ennesimo sopralluogo a San Flaviano. “Era un annetto circa che non andavo e mi è balzata subito all’occhio l’assenza dello stemma – racconta -. Ho chiesto per capire se magari era stato spostato da qualche parte ma nessuno ha saputo dirmi niente. Ho quindi deciso di andare dai carabinieri del comando locale e sporgere denuncia. Alla denuncia ho allegato le foto dello stemma che avevo avuto modo di fare durante i miei studi”.

Ficari è autore del libro La leggenda di Defuk e ha dedicato molte risorse ed energie a studiare quella che è forse la principale storia di Montefiascone. La sua denuncia sottolinea l’ennesimo episodio del saccheggio del patrimonio storico-artistico che spesso si verifica nella Tuscia nella più totale indifferenza.

stemma san flaviano