‘Sportello Donna’, la Lega Consumatori in prima fila per dare un aiuto concreto

‘Sportello Donna’, la Lega Consumatori in prima fila per dare un aiuto concreto

A Viterbo la Lega Consumatori ha reso operativo e gestisce già da tempo anche lo 'Sportello Donna', per la tutela giuridica in tutti i casi di maltrattamenti, violenze, soprusi e molestie che le donne, italiane o straniere, abbiano a subire.

ADimensione Font+- Stampa

A Viterbo la Lega Consumatori ha reso operativo e gestisce già da tempo anche lo ‘Sportello Donna’, per la tutela giuridica in tutti i casi di maltrattamenti, violenze, soprusi e molestie che le donne, italiane o straniere, abbiano a subire.

Un gruppo di professionisti, tra avvocati e operatori del sociale (tutti espressione diretta della Lega Consumatori), intervengono su ogni caso che possa riguardare coppie di coniugi, di conviventi, di fidanzati e di “ex” e i cui effetti devastanti ricadono soprattutto sulle donne, con conseguenze non solo nel contesto familiare, ma anche in quello sociale e lavorativo.

Attraverso lo ‘Sportello Donna’ gli avvocati della Lega Consumatori, abilitati al patrocinio a spese dello Stato, forniscono tutela legale sia penale che civile. Gli operatori dell’associazione effettuano consulenze e danno la necessaria assistenza rispetto alle varie criticità interne alla famiglia della donna che si è rivolta alla Lega Consumatori. L’ufficio è in via Monti Cimini 4 ed è possibile contattarli telefonando al 3889787750.

Modalità d’intervento dello ‘Sportello Donna’

1. Quando la donna, personalmente o su richiesta dei servizi sociali del territorio, si rivolge allo ‘Sportello Donna’, lamentando una situazione di maltrattamenti e/o violenze, le operatrici incaricate svolgono un primo sintetico monitoraggio per la rilevazione dei bisogni della persona nell’immediatezza; attivano subito il contatto con una delle avvocatesse dell’associazione, dalla quale la donna interessata riceve piena assistenza e consulenza legale, sia civile che penale.

2. Qualora l’intervento dello ‘Sportello Donna’ avviene su richiesta dei servizi sociali ospedalieri, è direttamente uno degli avvocati convenzionati a prendere contatto con la struttura ospedaliera ospitante per attivare le necessarie procedure di intervento a tutela legale della donna.

3. Nel caso in cui la donna, che abbia subito maltrattamenti e/o violenze, necessiti di un breve periodo di permanenza in una casa – rifugio o di tipologia similare, le operatrici e l’avvocato di riferimento si attivano per trovare la migliore soluzione possibile o, nelle situazioni più gravi, per condurla presso una struttura di accoglienza presente sul territorio ed idonea a soddisfare esigenze di protezione e sicurezza.

Altre informazioni

Le donne che si rivolgono allo sportello della Lega Consumatori possono accedere anche a servizi convenzionati di psicologia e psicoterapia. La Lega Consumatori offre, inoltre, servizi di mediazione sociale per la casa e di orientamento al lavoro. La donna che si rivolge alla Lega Consumatori può inoltre accedere a tutta una serie di servizi che possono interessarla sia singolarmente che come nucleo familiare per quanto concerne: difesa a tutti i livelli nei confronti di Banche, Finanziarie, Società di recupero crediti nei casi in cui la donna è interessata anche come famiglia da criticità economiche che hanno determinato situazioni difficili nei rapporti con gli istituti di credito.

Tutela nei casi di sovraindebitamento personale e della famiglia; problemi legati alle situazioni patrimoniali in ambito familiare.

È anche possibile accedere ai servizi dello sportello di Conciliazione di Mediazione in ambito familiare.

Banner
Banner
Banner