Spazi per le assemblee: studenti in marcia, ma la Consulta aveva annunciato già l’accordo

Spazi per le assemblee: studenti in marcia, ma la Consulta aveva annunciato già l’accordo

Un problema sentito dall’intero arco politico studentesco: la parte destra del movimento studentesco ha protestato in piazza e manifestato per chiedere uno spazio dove riunirsi; quella sinistra, che "controlla" la Consulta aveva già annunciato di aver individuato la soluzione.

ADimensione Font+- Stampa

Circa 400 studenti hanno manifestato ieri per le piazze e le vie del centro storico di Viterbo per chiedere spazi per le assemblee studentesche. La manifestazione di “Spazio agli studenti”, chiedeva l’intervento delle istituzioni per permettere lo svolgimento delle assemblee studentesche una volta al mese. Ma la Consulta studentesca nel frattempo aveva già annunciato la risoluzione del problema.

Un problema sentito dall’intero arco politico studentesco: la parte destra del movimento studentesco ha protestato in piazza e manifestato per chiedere uno spazio dove riunirsi; quella sinistra, che “controlla” la Consulta aveva già annunciato di aver individuato la soluzione. “La provincia – hanno spiegato i responsabili di Spazio agli Studenti, organizzatori del corteo – ci ha promesso l’utilizzo dell’Aula Magna dell’Itis e la possibilità di svolgere 20 assemblee gratuitamente al Palamalè a partire da novembre. A tutti coloro che dicevano che questo era un corteo inutile, che era meglio andare a scuola e non fare assenza, abbiamo dato una risposta chiara e netta”.

Le stesse cose le aveva annunciate già la Consulta provinciale studentesca 24 ore prima. “Nell’ultimo anno sono stati svolti lavori di adeguamento strutturale all’aula magna dell’ITTGS Leonardo da Vinci Viterbo che oggi possiede tutte le certificazioni necessarie al suo utilizzo per le assemblee studentesche. Alternativamente all’aula magna la Provincia ha concluso un accordo con il Palamalè che, conseguentemente allo stanziamento di fondi appositi, permetterà lo svolgimento di 15/20 assemblee in quest’anno scolastico. In questo caso sarà la Consulta ad occuparsi della cauzione necessaria”.

La Consulta ha annunciato di aver appreso che sono terminati i lavori di ristrutturazione degli impianti sportivi nel Comune di Bassano Romano Informa che permetteranno anche agli studenti del Liceo Scientifico di Bassano Romano di avere un luogo per le loro assemblee.
“Finalmente l’Assemblea Studentesca – aveva scritto la Consulta – torna ad essere un Diritto nella nostra provincia”.