Solo due firme per la sfiducia, M5S: “Polemiche dissidenti e opposizione solo strumentali?”

Solo due firme per la sfiducia, M5S: “Polemiche dissidenti e opposizione solo strumentali?”

Insieme al consigliere pentastellato Gianluca De Dominicis solo Chiara Frontini ha deciso di apporre la firma sulla mozione dei grillini.

ADimensione Font+- Stampa

Due firme: è il raccolto del Movimento 5 Stelle per la mozione di sfiducia al sindaco Leonardo Michelini. Insieme al consigliere pentastellato Gianluca De Dominicis solo Chiara Frontini ha deciso di apporre la firma sulla mozione dei grillini. Di fatto la minoranza e i sette serra-panunziani si sono astenuti, coesi, dal firmare in attesa di una evoluzione della crisi.

Tra oggi e domani infatti l’incontro provinciale e regionale del Partito Democratico scioglieranno le riserve e dovrebbero dare il via libera al passaggio alla fase 2 della crisi: ovvero le dimissioni in massa dell’opposizione e dei sette dissidenti della maggioranza.

Non la vede così però il Movimento 5 Stelle che aveva chiesto una firma entro oggi per poter discutere velocemente la mozione e mandare a casa Michelini giusto in tempo per non trovarsi un lungo mandato commissariale. “Ore 12.20 – è scritto sulla pagina Facebook del Movimento 5 Stelle – Chiude l’ufficio protocollo e con esso la possibilità di firmare la mozione di sfiducia in tempo per evitare il commissariamento. Firmatari della mozione sono stati il promotore della mozione, Il M5S Viterbo e Viterbo 2020. Lecito pensare – si domanda – che gli attacchi della minoranza e dei dissidenti della maggioranza fossero solo strumentali? Secondo voi ci saranno le famigerate e tanto declamate dimissioni di Massa?”.