Sindaco e assessore assenti in seconda commissione, scoppia la protesta

Sindaco e assessore assenti in seconda commissione, scoppia la protesta

L'opposizione si infiamma all'annuncio del presidente Treta, chiedendo spiegazioni e invitando l'amministrazione a "vergognarsi"

ADimensione Font+- Stampa

Caos questa mattina in seconda commissione, dove avrebbe dovuto essere discussa la pratica sulla Rsa, che è saltata vista l’assenza del sindaco Michelini, dell’assessore Troncarelli e del dirigente dei Servizi Sociali. Una mattinata agitata a Palazzo dei Priori, dove erano arrivati anche alcuni famigliari degli ospiti delle Rsa, che avrebbero dovuto essere ascoltati, ma che sono rimasti a bocca asciutta.

La giornata in seconda commissione è iniziata con la pratica sul termalismo che riguarda Gestervit, approvata grazie a una parte della minoranza che vota “sì”, mentre la maggioranza consiliare si astiene. Poi si passa a parlare di Rsa, ma all’assenza di chi dovrebbe riferire sul tema gli animi si scaldano.

Sberna (FI) e Insogna (Gal) gridano alla vergogna e alla cattiva amministrazione, che non riesce neanche a venire in aula per dire pubblicamente che non è pronta a parlare del tema, preferendo non presentarsi definitivamente. Le grida arrivano anche dal pubblico in sala: si tratta del consigliere regionale Daniele Sabatini (Cuoritaliani) che protesta duramente e viene fatto uscire dal presidente Treta.

Anche Marini (FI) pretende spiegazioni all’assenza di sindaco e assessore che oggi dovevano aggiornare sui progressi. Poi si cerca un compromesso: a parlare arriverà il dirigente Fioramanti. La situazione rimane infuocata in aula, ma poi ecco arrivare anche l’annuncio della presenza della Troncarelli.

Banner
Banner
Banner