Sicurezza nelle zone più calde del centro storico, 2mila firme raccolte da Viterbo Civica sono state di fatto “insabbiate”

Sicurezza nelle zone più calde del centro storico, 2mila firme raccolte da Viterbo Civica sono state di fatto “insabbiate”

“C'è in ballo la questione della maggiore sicurezza per le strade della nostra città. Un tema che interessa tutti, quindi mettere una firma oltre che un diritto è quasi un dovere”. L'appello allora lanciato da Viterbo Civica. In pochi giorni furono tanti i viterbesi che si presentarono ai gazebo per firmare.

ADimensione Font+- Stampa

Sicurezza nel centro storico del comune capoluogo, ignorate le 2mila firme di cittadini raccolte da Viterbo Civica. Era lo scorso 10 dicembre quando l’associazione iniziava a scendere nelle piazze per chiedere più controlli nelle aree maggiormente critiche della città. Tra queste sicuramente anche San Faustino, dove la situazione non è delle migliori come raccontato in questi giorni da La Fune.

“C’è in ballo la questione della maggiore sicurezza per le strade della nostra città. Un tema che interessa tutti, quindi mettere una firma oltre che un diritto è quasi un dovere”. L’appello allora lanciato da Viterbo Civica.
In pochi giorni furono tanti i viterbesi che si presentarono ai gazebo per firmare. Peccato che tutto sia stato fino a oggi praticamente ignorato. Nessun provvedimento strutturale è stato preso e la situazione è quella che abbiamo descritto in questi giorni con una serie di articoli. In buona sostanza la sensazione è che le 2mila firme raccolte siano in buona sostanza state “insabbiate”.

Banner
Banner
Banner