Si apre un caso Rossi? Quanto rumore per una intervista!

Si apre un caso Rossi? Quanto rumore per una intervista!

All'interno della maggioranza non sono giorni sereni. C'è chi non ha gradito l'intervista di Rossi, presidente del consiglio, sulla riapertura del Museo Civico.

ADimensione Font+- Stampa

barelliSi apre un caso Rossi? Sembra proprio di sì. All’interno della maggioranza di Palazzo dei Priori il mal di pancia non si attenua e trova nuovi spunti per tornare a pungere.  Pietra dello “scandalo” sembra essere un’intervista uscita questa mattina su Il Messaggero di Viterbo. Intervista sul Museo Civico e sulla sua riapertura, dove a parlare non è l’assessore al ramo ma il presidente del Consiglio comunale.

La faccenda non è andata proprio liscia tra le fila che fanno capo a Leonardo Michelini, diciamo che ha sortito l’effetto di una carbonara in uno stomaco ulcerato. “La sua è una figura superpartes, perché interviene sulla riapertura del museo rivendicando l’azione come propria del suo movimento civico Viva Viterbo?”; “Perché dopo tanto silenzio, silenzio che dovrebbe appartenergli visto l’incarico che ricopre, è riemerso proprio ora e dando dei meriti su quanto sta accadendo (in realtà dà a Barelli semplicemente il merito di aver tolto dalla polvere i quadri di Del Piombo, cosa vera n.d.r) al suo assessore Barelli?”. Queste le perplessità che nella giornata di oggi hanno riempito diverse bocche.

È vero che il clima tra gli uomini politici della città è bello pepato e che basta un qualsiasi pretesto per accendere il fuoco, ma un’osservazione che ci era sfuggita è interessante: Rossi infatti sembra non essere più lui. Negli ultimi mesi sembra essere sceso in coperta, abbassando la sua presenza mediatica. Abbassando anche la sua costanza sui social. Un qualcosa che cozza un po’ con lo stile, comunicativo spinto, con cui ci ha abituato a conoscerlo. Cambio d’identità o assunzione responsabile, con la sola debolezza di oggi, del suo ruolo di presidente del consiglio? Certo che andare su di giri anche per una semplice intervista sembra un po’ troppo, forse serve del Malox. E il caso Rossi? Monterà o rimarrà come il bruciore di un giorno? Agli uomini della maggioranza la decisione. Il dato certo è che il presidente del consiglio in questi ultimi mesi ha mantenuto un profilo basso, tanto da non sembrare più lui.