“Sheryl e Darren”: al Settantasette il romanzo rock di Gabriele Ludovici

“Sheryl e Darren”: al Settantasette il romanzo rock di Gabriele Ludovici

Viterbo. Rapper, cantante, ora anche scrittore: Gabriele Ludovici, in arte Mad Riot, sarà ospite del Settantasette (via San Pellegrino 24/24A) sabato 27 gennaio alle ore 19 per presentare il suo romanzo d’esordio, “Sheryl e Darren” (Augh! Edizioni). Con l’autore interverrà Manuel Gabrielli.

ADimensione Font+- Stampa

Viterbo. Rapper, cantante, ora anche scrittore: Gabriele Ludovici, in arte Mad Riot, sarà ospite del Settantasette (via San Pellegrino 24/24A) sabato 27 gennaio alle ore 19 per presentare il suo romanzo d’esordio, “Sheryl e Darren” (Augh! Edizioni). Con l’autore interverrà Manuel Gabrielli.

Classe 1988, voce e autore dei testi della band viterbese Manta, Gabriele Ludovici in “Sheryl e Darren” narra le vicende di Darren Loeser, ex cantante di mezza età che, al termine del giro sulla giostra dello show-business, si è ridotto a vivere in solitudine a causa della scomparsa dei membri della sua rock band. Circondato da persone che per anni lo hanno sfruttato trattandolo da fenomeno da baraccone, ha finito per rendersi conto di non aver maturato una personalità propria.

Sheryl Gillespie, invece, è una ragazzina incapace di trovare una propria dimensione, disorientata dalla superficialità dell’ambiente scolastico e familiare. L’unico interesse che coltiva è il culto dell’ex gruppo di Darren e, in particolare, aggrapparsi alla figura del frontman, che per lei costituisce un improbabile “faro guida”.

Attraverso i ricordi di una persona “informata sui fatti”, il romanzo ripercorre le loro esistenze fino al punto in cui smettono di correre in parallelo. Ovvero, quando Sheryl si mette in testa di essere la figlia naturale di Darren, decidendo che per entrambi è arrivato il momento di una svolta.

Gabriele Ludovici è nato a Roma. Dopo aver conseguito la laurea triennale in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, nel 2011 si è trasferito a Viterbo. Tra i vari lavori ha collaborato con delle testate locali e contribuito, sia come redattore che come socio, alla realizzazione del mensile “Decarta”. Tra il 2015 e il 2016 ha vissuto in Finlandia, paese al quale è molto legato, per poi ritornare nella Tuscia. Attivo da circa dieci anni come rapper e cantante, nel 2016 assieme al chitarrista Jacopo Cecchini ha dato vita a un progetto musicale di inediti rock, i Manta, che ora conta cinque elementi. Attualmente lavora come editor.