Serra: “Taborri rimane fedele a Michelini. Valuteremo gli atti”

Serra: “Taborri rimane fedele a Michelini. Valuteremo gli atti”

Goffredo da Viterbo ha conquistato la scena della politica cittadina per un intero giorno. Ieri si è parlato solo di lui, il primo pezzo della lista del sindaco in libera uscita.

ADimensione Font+- Stampa

taborriIeri è stato il giorno dell’uscita da Oltre le mura, la lista civica del sindaco Michelini, di Goffredo Taborri. Attratto dal Nuovo Centro Destra il consigliere comunale rimane in maggioranza. Situazione un po’ caotica. Siamo andati a sentire cosa ne pensa il capogruppo del Pd Francesco Serra.

Che ne pensa dell’ingresso di Taborri nel Nuovo Centro Destra?

(risata) “Le dichiarazioni che ha fatto il consigliere Taborri oggi in consiglio comunale sono diametralmente opposte a quelle della conferenza stampa. Si è dichiarato fedele a questa maggioranza. Che devo pensare? Stiamo di fronte a un cambiamento di maggioranza, vedremo negli atti e nei comportamenti quello che farà il Nuovo Centro Destra in questa amministrazione. Poi faremo una valutazione generale all’interno del Pd, ma la cosa che conta sono soprattutto gli atti e i comportamenti di Ncd all’interno del Comune”.

Sabatini dice che l’amministrazione Michelini ha aumentato le tasse. “Questo un uomo di centrodestra non lo può accettare”, dice il consigliere regionale che dà voto 4 a Michelini.

“Allora stia fuori dalla maggioranza. Se non lo può accettare. Io il bilancio l’ho discusso e credo di aver fatto un pezzo importante di lavoro. Se uno poi non accetta sta fuori, non sta dentro la maggioranza”.

Ma il dato politico qual è? La lista del sindaco che inizia a smontarsi, a un anno e mezzo dal voto, quanto è pesante?

“Ho sempre pensato che le liste civiche a un certo punto soffrono di questi problemi. Vengono costruite a una certa maniera, poi però non sempre possono mantenere un sistema come fa un partito. Mi aspetto che possa succedere ulteriormente questa cosa, va da sé con le liste civiche”.

Abbiamo un partito all’opposizione in Comune nonostante un consigliere suo sta in maggioranza. Schizofrenia? 

“Non può essere così. Noi ci confrontiamo con Taborri, ci interessano i suoi comportamenti e non le dichiarazioni di Sabatini. Non è che la fa Sabatini la politica in Comune. Comunque valuteremo tutto, ribadisco che si tratta di un consigliere. Non è che smuove la maggioranza più di tanto. La maggioranza non soffrirà il Nuovo Centro Destra. Apprezzeremo l’apporto del consigliere Taborri, che è sempre stato spirito libero. Non mi sembra una cosa a cui dare grande rilevanza”.

Oltre le mura scontenta dell’assessore Zucchi, rimpasto?

“Non mi appassiona questa cosa. Se sarà necessario si farà, l’assessore Zucchi ha difficoltà personali. Valuterà il suo gruppo e il sindaco”.