‘Scatta un baffo’, per la prevenzione nella salute maschile

‘Scatta un baffo’, per la prevenzione nella salute maschile

A novembre scatta il mese della sensibilizzazione e della prevenzione per la salute maschile. L’iniziativa prende spunto da una crasi tra Mo (moustache, baffi) e novembre e invita tutti gli uomini a farsi “Mo Bro”, ovvero a sfoggiare barba e baffi, contribuendo alla sensibilizzazione verso la salute.

ADimensione Font+- Stampa

A novembre scatta il mese della sensibilizzazione e della prevenzione per la salute maschile. L’iniziativa prende spunto da una crasi tra Mo (moustache, baffi) e novembre e invita tutti gli uomini a farsi “Mo Bro”, ovvero a sfoggiare barba e baffi, contribuendo alla sensibilizzazione verso la salute.

L’attenzione è concentrata soprattutto alle malattie urogenitali che, negli ultimi anni, sono in crescita nel nostro Paese, tra di esse soprattutto il cancro alla prostata che resta, purtroppo, il male più aggressivo che riguarda l’universo maschile.

L’iniziativa è stata denominata “Scatta un baffo” e riguarda un torneo di volley che si terrà sabato 11 e domenica 12 novembre in vari palasport della provincia ed è un progetto promosso dalle società Gioiella Micromilk Gioia del Colle e Maury’s e Italiana Assicurazioni Tuscania che mirano a sostenere la campagna di sensibilizzazione per la prevenzione, la diagnosi precoce e l’assistenza alle malattie oncologiche.

In occasione dei match di pallavolo saranno distribuiti nei vari palasport, all’inizio della partita, dei baffi colorati che tutti gli uomini potranno indossare per partecipare alle partite in allegria. La partecipazione da parte dei tifosi potrà essere ancora più forte postando le foto all’interno dei palasport usando gli hashtag #scattaunbaffoGioia, scattaunbaffoTuscania e #unbaffoperlaricerca, già utilizzato nella campagna mondiale di Movember nato in Australia nel 2003 per volontà di un gruppo di giovani condiviso in Italia da quattro anni.

Mettersi su dei baffi colorati e partecipare alla campagna significa accogliere una sfida importante e di grande valore: entro il 2030, ridurre le morti maschili precoci per malattie oncologiche, grazie all’attenzione e alla prevenzione verso la propria salute.

Per ulteriori informazioni, si può consultare il sito www.movember.com dove è possibile anche donare per sostenere economicamente la causa.