San Pellegrino in Fiore 2017, “sboccia” il nuovo sito della manifestazione

San Pellegrino in Fiore 2017, “sboccia” il nuovo sito della manifestazione

Il sito ufficiale si presenta, innanzitutto, rinnovato nella grafica. Un grande risalto è dato alle foto anche con un’apposita “gallery”, nell’ambito della quale saranno previsti spazi anche per gli scatti dei visitatori e di tutti gli appassionati della tradizionale mostra florovivaistica viterbese che potranno così partecipare più attivamente all’evento.

ADimensione Font+- Stampa

San Pellegrino in Fiore: il sito ufficiale si rinnova e diventa anche un magazine. A poche settimane dal taglio del nastro della 31° edizione, l’evento “sempreverde” della città di Viterbo si arricchisce di contenuti, non solo nel programma degli eventi, che è in fase di chiusura e sarà ufficializzato nei prossimi giorni, ma anche sotto il profilo comunicativo.

Il sito ufficiale si presenta, innanzitutto, rinnovato nella grafica. Un grande risalto è dato alle foto anche con un’apposita “gallery”, nell’ambito della quale saranno previsti spazi anche per gli scatti dei visitatori e di tutti gli appassionati della tradizionale mostra florovivaistica viterbese che potranno così partecipare più attivamente all’evento.

Un sito che, però, non ha solo una nuova veste esteriore, ma si rinnova e si potenzia anche nella funzionalità. Oltre alla sezione dedicata alla storia dell’evento, troviamo quella contenente il programma dell’edizione corrente, quella riservata alle news riguardanti specificatamente l’iniziativa di San Pellegrino in Fiore e il magazine.

Quest’ultimo rappresenta la vera rivoluzione che trasforma nella sostanza il sito ufficiale. Esso resta il principale strumento di promozione e di informazione dell’evento, ma apre anche alla trattazione, con specifici articoli, di argomenti, curiosità, notizie, informazioni riguardanti il mondo dei fiori, al centro non solo dei nostri giardini, balconi e davanzali, ma da sempre protagonisti anche nell’arte, nella storia, nella moda e, addirittura, nella cucina, senza dimenticare il campo del benessere, della bellezza e della salute.

Un mondo, insomma, tutto da esplorare, di giorno in giorno, e che va ben al di là del muro del nostro giardino. Dai consigli e suggerimenti per selezionare e coltivare fiori e piante, a tanti altri argomenti, il magazine consentirà di restare “connessi” per tutti i giorni dell’anno, e non solo quelli dell’evento, con San Pellegrino in Fiore, e ciò che rappresenta. Prevista a breve anche una sezione dedicata al calendario degli eventi della Tuscia. Per creare un canale diretto tra turisti e strutture presenti sul territorio, sono state predisposte anche le sezioni “Dove mangiare” e “Dove dormire” (per essere inseriti con un proprio spazio contattare i numeri 3471753816 o 320 3519274 o spedire una mail agli indirizzi [email protected] o [email protected]).

Con il nuovo sito ufficiale parte anche la prima edizione del Premio Pagine in Fiore, curato da Tiziana Mancinelli, giornalista e autrice, con tre concorsi nazionali: uno di pittura, uno letterario e uno Instagram.
Il concorso di pittura si svolgerà attraverso un’estemporanea, che porterà gli artisti concorrenti a posizionarsi sul percorso di San Pellegrino in Fiore, dove realizzeranno la loro opera durante tutta la giornata del 29 aprile. Quello letterario, in questa prima edizione, sarà dedicato a poesia e haiku. Con il concorso Intagram, invece, sarà protagonista, ovviamente, la fotografia.

Per il premio di pittura gli artisti dovranno presentarsi il giorno del concorso presso il giardino della Zaffera, dove faranno timbrare fino a un massimo di tre tele. Il primo classificato riceverà una giornata di relax alle terme Salus per due persone con ingresso al percorso termale etrusco. I primi tre classificati esporranno con una mostra collettiva presso la Galleria Chigi di Viterbo. Per quanto riguarda il concorso “Poesia e Haiku” i concorrenti dovranno inviare i loro elaborati all’indirizzo e-mail [email protected] Questo premio prevede, oltre alla poesia, anche l’haiku. Nato nel XVII secolo in Giappone, dove è molto in voga, ha oramai conquistato definitivamente anche gli autori occidentali. Esso nasce dall’osservazione della natura secondo l’alternanza delle stagioni e per questo suo carattere si pone in perfetta armonia con una manifestazione, come San Pellegrino in Fiore, che esalta proprio questi elementi. L’haiku è un componimento in tre versi di 17 fonemi, organizzati in sillabe di 5 al primo verso, 7 al secondo e 5 al terzo. I trenta autori premiati, saranno inseriti in una pubblicazione edita da Archeoares.

Ai primi tre classificati dei tre concorsi: Pittura, Fotografia, Poesia e Haiku, sarà consegnata una targa realizzata appositamente dal maestro Michele Telari per il Premio Pagine in Fiore della manifestazione San Pellegrino in Fiore.
Il regolamento dei tre concorsi, con le norme e le modalità di iscrizione, è pubblicato sul sito ufficiale: www.sanpellegrinoinfiore.it alla sezione “Pagine in Fiore” (cliccare in alto a destra su apri menu).

Per partecipare al concorso di “Poesia e Haiku” si dovrà compilare il modulo elettronico direttamente dal sito www.sanpellegrinoinfiore.it alla sezione Pagine in Fiore concorso Poesia & Haiku. Le opere dovranno, invece, essere spedite via mail all’indirizzo: [email protected] insieme alla ricevuta di pagamento.

Per conto dell’Ente autonomo San Pellegrino in Fiore, il sito ufficiale è curato da Tiziana Mancinelli, responsabile comunicazione e marketing, e da Giovanni Locombi, responsabile delle piattaforme tecnologiche e informatiche dell’ente.

Natale Viterbo