‘San Pellegrino ci sta a cuore’. Sostieni l’azione de La Fune per difendere la storica piazza

‘San Pellegrino ci sta a cuore’. Sostieni l’azione de La Fune per difendere la storica piazza

Chiudere al traffico e impedire il parcheggio a piazza San Pellegrino. Un qualcosa che in una città normale avrebbero fatto venti anni fa e che sembra così difficile da attuare a Viterbo. Perché?

ADimensione Font+- Stampa

San Pellegrino 01L’articolo e le foto di piazza San Pellegrino violentata dall’assurdo comportamento di alcuni cittadini hanno fatto vibrare buona parte della città di Viterbo. Una volta affidata ai social la notizia si è scatenato il putiferio. Un fiume di commenti e in tantissimi che ci hanno contattato per dire che bisogna fare qualcosa. Qualcosa di definitivo.

Come giornale del territorio siamo convinti che quest’ultima violenza compiuta contro la piazza più suggestiva e preziosa dela città dei papi possa servire per mettere un punto all’assurdo. Diverse volte abbiamo segnalato che quei lastroni di peperino della pavimentazione sono massacrati dal passaggio delle auto e imbrattati dall’olio di motore. E’ così necessario parcheggiare in quel luogo?

Secondo noi no, con buona pace dei residenti. Ci sono cose più importanti della comodità di pochi e comunque, se non si vuole disturbare la comodità di questi pochi, si devono studiare altre strade. La cosa assurda è che se racconti alle stesse persone che non vorrebbero chiudere la piazza perché devono passarci e parcheggiarci, che i talebani hanno massacrato a colpi di mortaio antiche statute di pietra raffiguranti Buddha ti rispondono che “ci sarebbe da impiccarli”. Sono quindi sensibili alla storia e all’arte, meno che a quella che hanno sotto al naso.

In queste ore abbiamo avuto risposte anche da diversi amministratori della città sulla necessità di mettere fine al traffico e alla sosta su via San Pellegrino. Tutti a parole si dicono d’accordo, attendiamo un loro gesto concreto in consiglio comunale. Chi ancora non si è pronunciato andremo a cercarlo noi. Intanto chiediamo a quante più persone possibile e associazioni di sostenere quest’azione di tutela di un bene storico e turistico unico. Inviateci le vostre riflessioni, anche sui sociali, l’hashtag che lanciamo è #sanpellegrinocistaacuore.

P.s. Quello che chiediamo è un provvedimento immediato per chiudere la sola piazza San Pellegrino e via San Pellegrino.