Salvato “il soldato” Barelli

Salvato “il soldato” Barelli

La riunione di maggioranza serve solo a tirare tiepidamente le orecchie a Giacomo Barelli. Avanti tutti insieme appassionatamente.

ADimensione Font+- Stampa

Giornata convulsa per la maggioranza di Leonardo Michelini. Oggi pomeriggio due appuntamenti che lasciavano presagire qualcosa di grosso. La mattinata si era aperta con i toni accesi delle dichiarazioni di Francesco Serra sul battezzato nodo Barelli-Rossi-Caffeina. Questione che in città scatena puntualmente polemiche, a ogni giro di eventi.

Serra aveva annunciato ampia discussione nella riunione del Pd comunale andata in scena nel pomeriggio. Alle 19.30, questo il secondo appuntamento di rilievo nella giornata, è stata convocata una conferenza stampa di Viva Viterbo.

Scenario che lasciava intravedere un’ipotesi di rottura all’interno della maggioranza proprio sulla figura di Barelli. Interpretazione invece smentita dai fatti. Barelli resta al suo posto di assessore alla Cultura. E da Viva Viterbo fanno sapere che con Caffeina collaborano tante realtà e tutte le polemiche sono relative, in parte strumentali e in parte lasciano il tempo che trovano.

Tutto ricondotto alla normalità insomma. Forse perché è Natale e tutti sono più buoni, forse perché la maggioranza condivide in fondo le politiche culturali e le scelte fatte.

Salvato “il soldato” Barelli la maggioranza Michelini va avanti e tutti insieme mangeranno il panettone.