Ruota panoramica a Prato Giardino, per vedere cosa? Il parcheggio di Piazza della Rocca …

Ruota panoramica a Prato Giardino, per vedere cosa? Il parcheggio di Piazza della Rocca …

La storia della ruota panoramica scatena davvero tante reazioni nell'opinione pubblica viterbese. Basta presentarla, rilanciarla, metterla in mostra e subito arrivano commenti e lettere in redazione.

ADimensione Font+- Stampa

La storia della ruota panoramica scatena davvero tante reazioni nell’opinione pubblica viterbese. Basta presentarla, rilanciarla, metterla in mostra e subito arrivano commenti e lettere in redazione.

Abbiamo deciso di pubblicarne una, integralmente.

 

“Iniziativa ficcante e non del tutto insensata, ma deve essere la ciliegina sulla torta di un percorso politico/imprenditoriale ancora agli albori.

Ruota panoramica per vedere cosa? I capannoni sfitti al Poggino? Il Colosseo incompleto? Il parcheggio di Piazza della Rocca? Rendiamo prima fruibile la torre civica, imitiamo Siena in piccolo. Diamo un senso all’ex ospedale.
Diamo un senso all’ex Banca d’Italia (la proprietà è disponibile a tutto…). Completiamo il recupero dell’ex Tribunale e del “Palazzaccio” della Provincia. Mettiamo attenzione sulle Terme, oggi vissute come un’entità distaccata dalla città mentre dovrebbero farne parte a pieno titolo.

Ridiamo orgoglio e dignità alla cittadinanza viterbese. Domandiamoci in primis: perché vivere a Viterbo? Perché venire a visitare Viterbo? L’obiettivo politico/imprenditoriale dovrebbe essere sentirsi dire dai cittadini e turisti che a Viterbo si sta bene.

Se mancano imprenditori capaci e “bancabili” la principale virtù del politico è saper attrarre investimenti da ogni dove. Da cui segue lavoro e occupazione”.