Rotelli agli alleati: “Responsabilità, diplomazia e concretezza non di moda al tempo del bodybuilding politico”

Rotelli agli alleati: “Responsabilità, diplomazia e concretezza non di moda al tempo del bodybuilding politico”

"Per qualcuno fare politica ed interessarsi della cosa pubblica vuol dire porre veti, lanciare ultimatum, sfidare gli alleati con prove di forza e diktat. Cari signori, gestire una coalizione è altra cosa, per chi non se ne fosse ancora accorto l’obiettivo è immaginare e realizzare un futuro diverso per Viterbo". Così Mauro Rotelli, Fratelli d'Italia.

ADimensione Font+- Stampa

“Per qualcuno fare politica ed interessarsi della cosa pubblica vuol dire porre veti, lanciare ultimatum, sfidare gli alleati con prove di forza e diktat. Cari signori, gestire una coalizione è altra cosa, per chi non se ne fosse ancora accorto l’obiettivo è immaginare e realizzare un futuro diverso per Viterbo”. Così Mauro Rotelli, Fratelli d’Italia.

“Ce l’abbiamo messa veramente tutta per tenere insieme i pezzi, ma sembra che non sia proprio possibile – continua il leader meloniano -. Responsabilità, diplomazia e ricerca della concretezza, non sono di moda al tempo del bodybuilding politico. Ognuno tragga le conseguenze e si prenda le proprie responsabilità. Se non potete fare a meno di convocare una conferenza stampa e inviare un comunicato al minuto, il prossimo usatelo per chiedere scusa a tutti i viterbesi e ai tantissimi sostenitori, militanti, quadri e dirigenti delle diverse liste e partiti, che per amore di questa città, da settimane ci stanno mettendo la faccia”.