Rossi nel mirino, in 9 chiedono di procedere alla decadenza degli assenteisti

Rossi nel mirino, in 9 chiedono di procedere alla decadenza degli assenteisti

Insogna ha anche sollecitato verbalmente Marco Ciorba per procedere alla verifica delle assenze, secondo quanto previsto dal Regolamento del Comune di Viterbo che prevede che dopo 5 assenze ingiustificate si possa procedere a far decadere un consigliere.

ADimensione Font+- Stampa

Consiglieri di maggioranza e opposizione insieme chiedono al presidente del Consiglio di procedere alla verifica delle condizioni per procedere alla decadenza dei consiglieri assenteisti. Il dito è puntato evidentemente contro Filippo Rossi e, in seconda battuta, Christian Scorsi entrambi assenti da settimane. Rossi in particolare ha spiegato in maniera chiara la propria scelta definita più volte un “atto politico” contro l’inutilità delle discussioni in aula.

La richiesta scritta depositata da Sergio Insogna è stata firmata anche da Marco Volpi, Arduino Troili, Francesco Moltoni, Chiara Frontini, Giulio Marini, Gianmaria Santucci, Gianluca Grancini e Claudio Ubertini.

Insogna, durante la seduta consigliare odierna, ha anche sollecitato verbalmente Marco Ciorba per procedere alla verifica delle assenze, secondo quanto previsto dal Regolamento del Comune di Viterbo che prevede che dopo 5 assenze ingiustificate si possa procedere a far decadere un consigliere.

Banner
Banner
Banner