La rivoluzione dei parcheggi: numerazione presto sostituita, meno evasione e ricerca posto agevolata

La rivoluzione dei parcheggi: numerazione presto sostituita, meno evasione e ricerca posto agevolata

Stalli più facilmente controllabili dagli ausiliari del traffico, abbattimento dell’evasione del pagamento parcheggio, ricerca del posto agevolata. Ma anche nuova Ztl

ADimensione Font+- Stampa

La rivoluzione dei parcheggi intelligenti: stalli più facilmente controllabili dagli ausiliari del traffico, abbattimento dell’evasione del pagamento parcheggio, ricerca del posto agevolata. Ma anche nuova Ztl. “Una rivoluzione, ma grazie a interventi semplici”. L’assessore del Comune di Viterbo Alvaro Ricci spiega anche a cosa servono i numeri segnaletici sui parcheggi che sono comparsi nei giorni scorsi e che già però si stanno staccando. Ma ecco come funzioneranno i nuovi parcheggi.

Innanzitutto i sensori
Su ogni stallo c’è sistema che rileva la presenza di una automobile parcheggiata. Il sistema in temporeale comunica con i tabelloni informativi sparsi per la Città, che indicheranno i numero di parcheggi disponibili per ogni via e\o piazza.

Le numerazioni
Serviranno per identificare gli stalli, per pagare in maniera mirata il proprio parcheggio e per permette agli ausiliari del traffico di avere la situazione sotto controllo anche a distanza. Quanto allo stato disastroso già dopo pochi giorni della numerazione posta sugli stalli (leggi qui) Ricci precisa che “si provvederà a sostituire la numerazione. È stato fatto un sopralluogo e la ditta provvederà. Con il tempo, per le pavimentazioni speciali, studieremo interventi più decorosi, magari con degli inserti in pietra con il numero”. Non subito, però.

I nuovi parcometri e il pagamento senza biglietto
Con l’assestamento di bilancio che dovrebbe essere approvato lunedì, la maggioranza dovrebbe dare il via libera all’acquisto di nuovi parcometri. “Questa è una vera novità – spiega Alvaro Ricci – perché si pagherà inserendo nel parcometro il numero dello stallo”.

Meno evasione con multe più facili: servirà più attenzione
Gli ausiliari del traffico avranno un tablet lo stato dei parcheggi. Grazie alle informazioni ricevute dai sensori sapranno se ci sono automobili parcheggiate in stalli senza che il pagamento sia stato effettuato e potranno intervenire in maniera mirata.

Prolungamento della sosta a distanza
Accedendo ad ogni parcometro installato si potrà pagare per prolungare la sosta semplicemente inserendo il numero dello stallo dove è parcheggiata l’automobile. Presto potrebbe essere possibile farlo anche tramite smartphone.

La nuova Ztl
In zona San Pellegrino. Presto sarà comunicata. Difficilmente questa partirà prima della fine dell’anno perché i residenti dovranno comunicare le targhe delle auto di proprietà per l’accesso alla zona a traffico limitato. In via san Lorenzo comunque è stata già installata la telecamera che controllerà l’accesso al quartiere medievale.

Estensione del servizio fuori dal Centro
Una volta ottimizzato il servizio, potrebbe essere esteso all’intero arco urbano. “Con costi bassi – conclude Ricci – perché software e hardware già ci sono. Servono solo i parcometri”.