Rinascimento: “Grazie al lavoro con Sgarbi Sutri punta a diventare la capitale della Tuscia”

Rinascimento: “Grazie al lavoro con Sgarbi Sutri punta a diventare la capitale della Tuscia”

"Nessuno sarà secondo a Sutri. Nessuno. Perché è giunto il momento per la città di riprendersi il posto che merita nella storia. Non solo nella gloria di quella passata, ma anche di quella presente. Sutri sarà la capitale della Tuscia, un seme per il futuro, per lo sviluppo, per la Bellezza, per l’occupazione - così dalla lista Rinascimento -.

ADimensione Font+- Stampa

“Nessuno sarà secondo a Sutri. Nessuno. Perché è giunto il momento per la città di riprendersi il posto che merita nella storia. Non solo nella gloria di quella passata, ma anche di quella presente. Sutri sarà la capitale della Tuscia, un seme per il futuro, per lo sviluppo, per la Bellezza, per l’occupazione – così dalla lista Rinascimento -.

Una rinascita concreta e mirata, economica, culturale e sociale. Un Rinascimento per i cittadini, che saranno protagonisti di una ripartenza collettiva e collaborativa con l’Amministrazione, non spettatori passivi di sogni di gloria elettorale, di promesse. Nessuna misera speculazione, nessun disperato tentativo di provocazione, nessuna bassa e infantile strumentalizzazione, fermerà il lavoro del professor Vittorio Sgarbi e della squadra trasversale di
giovani e preparati candidati, che il 15 maggio, alle ore 12.30, presso il ristorante la Cantina del
drago, a Sutri, si presenteranno ai cittadini, in una conferenza stampa con la presenza della stampa
locale e nazionale”.

“Si rompe così ogni indugio, si azzera ogni voluta confusione, si cancella ogni diceria: nasce la lista Rinascimento, e con essa il suo programma per Sutri. Una proposta completa che andrà incontro a tutte le necessità dei sutrini (dal patrimonio artistico e culturale, dalle aree archeologiche, allo sport e alla fiscalità; dal decoro urbano, ai giovani e allo sport, passando per le politiche dell’ambiente, del territorio e degli animali, quelle agricole, edilizie e dell’assistenza sociale, e così via) – continuano i “seguaci” del professor Sgarbi -.

Non sarà un compito per casa, non sarà solo una semplice gestione ordinaria, ma straordinaria, un investimento per Sutri che coinvolgerà grandi nomi e grandi istituzioni, pubbliche e private, a livello nazionale e internazionale, e che vedrà lavorare, fin d’ora, il prof. Vittorio Sgarbi e la sua squadra, per gettare le fondamenta a Sutri di un’eredità preziosa di cui i sutrini godranno negli anni: un’opportunità che non si può sprecare, questa volta”.