Rinasce il Bullicame, anche d’inverno

Rinasce il Bullicame, anche d’inverno

Vogliamo raccontarvi una piccola storia, di quelle positive che regalano un sorriso. Questo territorio ne ha veramente bisogno. Nei prossimi giorni parleremo di termalismo viterbese e a quel punto torneranno i problemi.

ADimensione Font+- Stampa

termeL’editoriale di oggi vogliamo dedicarlo a una storia positiva. Ne sentiamo il bisogno in questi giorni di grande confusione e di brutte botte che la città di Viterbo e di riflesso la sua provincia sta incassando.

Parliamo di una storia che si gioca tutta su, ed è stata possibile grazie a, una buona idea e a 88 euro di spesa. I soldi sufficienti per acquistare un tubo che oggi porta l’acqua della “Callara” del Bullicame in prossimità della vasca piccola, dove tanti viterbesi sono soliti farsi un bagno. Bagno che d’inverno era praticamente quasi impossibile, visto che l’acqua calda, scorrendo nei canaletti a cielo aperto arrivava piuttosto tiepiduccia in vasca. Con questo sistema, congeniato dal presidente dell’associazione ‘Il Bullicame’ Giovanni Faperdue, istallato da qualche giorno, i viterbesi possono immergersi nelle acque termali libere anche d’inverno. Il tutto naturalmente è stato realizzato dopo apposita domanda fatta in Comune.

Godetevi le sensazioni positive di questo fatto semplice perché in questi giorni parleremo ancora, su La Fune, di termalismo viterbese e in quel momento ci sarà poco da stare allegri.