Rifiuti, sabato Viterbo Civica mostrerà uno scempio vicino al centro città

Rifiuti, sabato Viterbo Civica mostrerà uno scempio vicino al centro città

Viterbo Civica invita gli amministratori di Palazzo dei Priori a ripulire un luogo vicino al centro che versa in condizioni ambientali. L'appuntamento è per sabato alle 15, la destinazione resta top secret.

ADimensione Font+- Stampa

Decine e decine di sacconi neri riempiti con rifiuti vari prima sparsi per Viterbo. Dalle isole di prossimità alle campagne, passando per la Cimina. Presenza social da fare invidia a una multinazionale e un movimento di opinioni, alcune serie e altre sgangherate, che ne stanno facendo una realtà da prendere in considerazione. Tutto sotto il nome di Viterbo Civica. Un movimento che del lacunoso modo in cui viene gestito il servizio di raccolta rifiuti nel capoluogo della Tuscia sta facendo il proprio campo d’azione e dell’intervento a sanare situazioni particolarmente imbarazzanti un cavallo di battaglia niente male.

Questo sabato un nuovo capitolo della saga. Con appuntamento alle 15 a San Faustino, momento in cui sarà svelata la destinazione. “Un luogo di Viterbo dove c’è tanta di quella immondizia da fare impressione – ci anticipa il guru dei civici Lucio Matteucci -, e questa volta vogliamo coinvolgere quante più persone possibile. Per accendere al massimo i riflettori e per pressare Palazzo dei Priori a metterci una pezza su questa situazione di degrado spinta”.

A far trillare l’acuto dell’iniziativa ci penserà Alfonso Antoniozzi, vetta importante della cultura viterbese che si è trasferito a Perugia. Sabato prenderà la sua macchina per tornare a Viterbo. “150 chilometri sull’E45 per ramazzare la città natia”, come ha annunciato sul suo profilo facebook. All’incontro sono stati invitati anche i politici locali e il pressing dei civici suona così: “Lui ci fa la strada per esserci, vediamo se verranno gli amministratori cittadini. Li abbiamo invitati per capire quanto gli sta a cuore questo problema e abbiamo rivolto l’invito anche al neo assessore ai rifiuti Andrea Vannini”.

Antoniozzi

Nei giorni scorsi Viterbo Civica ha rilanciato le domande de La Fune (leggi) proprio a Vannini, le stesse che il consigliere Luigi Mari Buzzi (Fratelli d’Italia) ha trasformato in interrogazione (leggi) e a cui è stato risposto in maniera molto parziale.

All’assessore è stato chiesto di rendere note le quantità di carta, vetro e plastica differenziate dai viterbesi nel 2014. Su questo ha risposto. Ma è stato chiesto anche a chi questo materiale è stato venduto e quanto Viterbo Ambiente ha ricavato in euro da queste vendite. Le ultime due domande sono in attesa di risposte. Speriamo di avere tutti i dati prima della fine del mandato elettorale (leggi).

All’incontro di sabato sono stati invitati anche i facchini di Santa Rosa. Ma l’attesa sta proprio sul posto su cui Viterbo Civica vuole accendere la luce. Annunciano una sorpresa clamorosa, chissà cosa avranno scovato?