Ridurre i rifiuti marini, siglato un accordo tra Regione, Arpa Lazio e Corepla

Ridurre i rifiuti marini, siglato un accordo tra Regione, Arpa Lazio e Corepla

Ieri mattina è stato firmato il protocollo di intesa tra Regione Lazio, Arpa Lazio e Corepla per ridurre i rifiuti in mare in tutto il litorale. All’appuntamento era presente anche Legambiente Lazio, insieme a Capitaneria di Porto e pescatori.

ADimensione Font+- Stampa

Ieri mattina è stato firmato il protocollo di intesa tra Regione Lazio, Arpa Lazio e Corepla per ridurre i rifiuti in mare in tutto il litorale. All’appuntamento era presente anche Legambiente Lazio, insieme a Capitaneria di Porto e pescatori.

“Il protocollo regionale è un ottimo strumento di lavoro per il recupero dei rifiuti in mare – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – e ci consegna un dispositivo indispensabile per i tanti volontari che da tempo, insieme alla nostra associazione, attivano azioni di contrasto alla marine litter (rifiuti marini).

Sarà anche la base sulla quale costruire tutte le attività di fishing for litter (pesca dei rifiuti) del futuro fino ad oggi non regolamentate, quelle cioè di recupero dei rifiuti soprattutto in plastica, da parte dei pescatori e di tutto il mondo che vive e lavora quotidianamente a contatto con il mare.Adesso bisogna lavorare per rendere vivo il protocollo, creando sulla costa laziale gli hotspot di recupero della plastica e coinvolgenti le amministrazioni e i pescatori locali. 

La Goletta Verde, storica campagna di Legambiente sulla qualità delle acque marine, sosterà dal 4 al 7 luglio nel porto di Ostia per la tappa laziale e il 5 luglio dalle 11, si svolgerà proprio l’incontro Marine Litter e Comuni Plastic Free, con la presentazione del protocollo della Regione Lazio e delle attività di Legambiente.

All’appuntamento saranno presenti Massimiliano Valeriani, assessore ciclo dei rifiuti della Regione Lazio; Maurizio Gubbiotti, presidente di RomaNatura; Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio; Serena Carpentieri, vicedirettrice nazionale di Legambiente; Cristiana Avenali, responsabile ufficio di scopo piccoli comuni e contratti di fiume della Regione Lazio; Circoli Legambiente Litorale Romano e Terracina; rappresentanti di pescatori e diving della costa.