Ricchi e poveri: Delli Iaconi sopra i 100mila euro, Michelini incrementa il reddito di 11mila euro

Ricchi e poveri: Delli Iaconi sopra i 100mila euro, Michelini incrementa il reddito di 11mila euro

Delli Iaconi ancora primissimo nella classifica dei più ricchi nella giunta Michelini. La Troncarelli si attesta in ultima posizione. Tutti i redditi degli assessori del comune di Viterbo.

ADimensione Font+- Stampa

Anche quest’anno la trasparenza ha la meglio sulla riservatezza e quindi la giunta Michelini pubblica sul sito del Comune le dichiarazioni dei redditi del 2015, ovviamente riferita all’anno precedente. Spulciando un po’ tra le dichiarazioni di assessori e consiglieri, a spuntarla è Antonio Delli Iaconi, responsabile della Cultura di Palazzo dei Priori, che viene eletto il più ricco del Comune. Una prima posizione che va calando, però, se facciamo il paragone con la dichiarazione dello scorso anno, dove l’assessore aveva dichiarato un reddito lordo complessivo superiore di circa 50mila euro. Mai come il calo subito dal 2013 al 2014. Nel primo anno, infatti, l’assessore aveva dichiarato circa 213mila euro, a confronto dei 168mila dichiarati nel 2014 e 111 del 2015.

Lo segue subito dietro il sindaco Michelini, che rispetto allo scorso anno ha accorciato le distanze con Delli Iaconi. Se nel 2014, infatti, aveva dichiarato circa 84mila euro, quest’anno raggiunge quota 95mila. Aumento anche per il terzo classificato, l’assessore Alvaro Ricci, che passa da una dichiarazione di 62mila euro dello scorso anno, a una di 75mila nel 2015.

Il resto della Giunta rimane sotto al podio. Il vicesindaco Ciambella non cambia molto da un anno all’altro, rimanendo sui 40mila euro di dichiarazione. La segue l’assessore Barelli, che vede una sensibile flessione verso l’alto, passando dai 22mila euro del 2014, agli oltre 36mila di quest’anno. Subito dietro ecco arrivare Raffaella Saraconi, assessore all’Urbanistica, per la quale manca un raffronto con l’anno precedente.

Si classifica ultima, invece, Alessandra Troncarelli, la più giovane del gruppo e la cui dichiarazione per il 2015 si attesta sui 3955 euro lordi. Tutti gli altri devono ancora pubblicare la loro dichiarazione per quest’anno, quindi la classifica si interrompe qui per il momento, non potendo collocare tutta la giunta.

Spulciando tra le dichiarazioni dell’amministrazione, però, si possono trovare anche altri dati per i più morbosi. Quelli che vogliono sapere tutto, ma proprio tutto, della giunta Michelini. Si può sapere, infatti, che l’assessore Delli Iaconi è passato dal possedere una Lancia Musa del 2008 a una Peugeot 208. Oppure possiamo venire a sapere che il sindaco Michelini ha una Citroen C2, due appartamenti a Viterbo – di cui è proprietario al 50% – e due fabbricati in Toscana, a Pistoia, suoi nella quota del 33%, oltre ad azioni di alcune aziende.

Insomma, la legge sulla trasparenza per gli amministratori pubblici può farci diventare fin troppo “morbosi”, al punto di voler fare le pulci a ogni dichiarazione pubblicata sul sito del Comune, per sapere dove, come e quanto possegga ognuno di loro.