Ribaltone in Consiglio: maggioranza finisce sotto e minoranza boccia nomina Revisori dei Conti

Ribaltone in Consiglio: maggioranza finisce sotto e minoranza boccia nomina Revisori dei Conti

Unico sì del sindaco Michelini: fioroniani assenti, serrapanunziani e minoranza bocciano nomina di Ciorba per Revisore dei Conti.

ADimensione Font+- Stampa

Ribaltone in Consiglio comunale: fioroniani assenti, serrapanunziani e minoranza bocciano nomina di Ciorba per Revisore dei Conti. In Consiglio comunale il sindaco Leonardo Michelini è stato messo sotto nella nomina del Collegio dei Revisori dei conti dalla sua maggioranza.

L’intenzione di parte della maggioranza era quella di non procedere con i lavori del Consiglio comunale e di far mancare il numero legale. Le assenze, considerate giustificate, ma in realtà decise per via politica almeno in larga parte, hanno colpito le fila dei fioroniani. Tutti tranne Maria Rita De Alexandris, Viva Viterbo, considerata nella compagine più vicina all’ala popolare del Pd, non si sono presentati.

In un clima surreale in pochi minuti la minoranza, con l’astensione dei serriani\panunziani del Pd (Mongiardo, Volpi, Quintarelli, Troili, Serra, Frittelli e Cappetti) e di Maria Rita De Alexandris e il solo voto favorevole del sindaco, ha bocciato la proposta del nuovo Collegio dei revisori dei conti perché ritenuto inopportuno.

“Per noi anche se nella legalità – ha detto Mario Quintarelli – questa nomina è inopportuna”. Il sindaco Leonardo Michelini ha speso poche parole per commentare l’intenzione dei serrapanunziani: “è una scelta sconsiderata”. Il Consiglio in questo momento è in pausa e si valuta se proseguire con altri punti all’ordine del giorno.

Seguono aggiornamenti