Regione Lazio, dopo venti anni la nuova legge elettorale

Regione Lazio, dopo venti anni la nuova legge elettorale

''Dopo quasi venti anni il Lazio ha una nuova legge elettorale approvata all'unanimità perché le regole le scriviamo insieme''. Lo dice il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

ADimensione Font+- Stampa

”Dopo quasi venti anni il Lazio ha una nuova legge elettorale approvata all’unanimità perché le regole le scriviamo insieme”. Lo dice il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

La nuova legge elettorale prevede la cancellazione del listino, l’introduzione della parità di genere, il divieto di terzo mandato per il presidente. Spazio ad almeno un eletto per ogni provincia. Ineleggibili i sindaci sopra i 20 mila abitanti.

”Ringrazio il Consiglio regionale per aver realizzato tutti insieme questo storico risultato – continua Zingaretti – Una legge più moderna e che dà più potere alle scelte dei cittadini, con zero nominati perché abolisce il vecchio listino. Più democratica perché aumenta gli spazi di parola e di partecipazione alle persone. Una legge con la doppia preferenza di genere, per avere finalmente più donne nel prossimo Consiglio. Oggi il Lazio vince un’altra sfida nel segno del cambiamento e dell’innovazione. Continuiamo così”.