Regionali, ogni giorno un nome: oggi il candidato del centrodestra è Parisi

Regionali, ogni giorno un nome: oggi il candidato del centrodestra è Parisi

Il centrodestra pare amare farsi del male. Più del Partito Democratico, il che non è facile. Da mesi infatti le voci sul candidato presidente alle prossime elezioni regionali non trovano una degna conclusione.

ADimensione Font+- Stampa

Pirozzi, Gasparri, Sangiuliano, Matone, Meloni? No, Parisi. Il centrodestra pare amare farsi del male. Più del Partito Democratico, il che non è facile. Da mesi infatti le voci sul candidato presidente alle prossime elezioni regionali non trovano una degna conclusione.

Sarà perché la competizione è data per persa in partenza, dato il consenso che sembra avere tutt’ora il candidato del centrosinistra Nicola Zingaretti, almeno secondo molti sondaggi. Sarà perché il centrodestra è più che mai alla ricerca di nuovi equilibri. Sarà quel che sarà, ma la figura che sta facendo la coalizione nel Lazio è davvero di quelle pessime. Un brutto presagio per le prossime elezioni comunali del Capoluogo.

In queste settimane sono stati fatti tantissimi nomi per la scelta del candidato unitario. Invano. Dopo il passo in avanti di Sergio Pirozzi, già in piena campagna elettorale da un po’, ecco che di altre persone pronte ad essere candidate ne sono spuntate come funghi.

Dopo i Fratelli d’Italia Fabio Rampelli e Giorgia Meloni, il giudice Simonetta Matone; il giornalista Sangiuliano e Maurizio Gasparri ecco il volto “nuovo”. Si tratta di Stefano Parisi, ex candidato sindaco di Milano sconfitto nel 2016, leader del movimento Energie per l’Italia,

Secondo quanto riporta Repubblica, sarebbe stato addirittura un terzo fratello d’Italia a fare il nome di Parisi: Ignazio La Russa.