Regionali Lazio – Il candidato del centrodestra prima di Natale, in pole Gasparri

Regionali Lazio – Il candidato del centrodestra prima di Natale, in pole Gasparri

Un pugno di giorni per chiudere la partita del candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio. Circa 48 ore e poi il nome.

ADimensione Font+- Stampa

di Roberto Pomi

Questo sarebbe lo schema che i veri decisori intenderebbero seguire. La mossa che si sta caricando non sarà indolore. Il maggior problema è rappresentato dal posizionamento, da indipendente, del sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi sulla scacchiera.

I partiti della galassia post berlusconiana non sembrano interessati ad appoggiarlo, piuttosto punterebbero a sgomberare l’orizzonte. Ma anche dentro il mondo dei partiti di centrodestra la visione non è chiara per tutti. Meglio: non tutti i soggetti hanno la stessa idea per il candidato presidente. Il nome più quotato resta quello di Maurizio Gasparri. I problemi maggiori sarebbero dentro l’ala forzista della coalizione, che mette in circolo altri due nomi: quelli dei senatori Francesco Giro e Claudio Fazzone. Soprattutto quest’ultimo starebbe dando battaglia. 

Decidere prima di Natale permetterebbe di beneficiare, per smorzare i mal di pancia e gli attriti della decisione, del “cuscino” delle feste. Per poi ritrovarsi a gennaio con un unico chiodo fisso: la campagna elettorale. Dato per decisivo un incontro, atteso in queste ore, tra lo stesso Fazzone – coordinatore regionale Forza Italia – e “il padre”Silvio Berlusconi. Al tempo stesso è in lavorazione una strategia per disinnescare la “grana” Pirozzi. Se nessuna manovra facesse presa per il centrodestra sarebbe difficile puntare alla vittoria.