Quote migranti, Minchella: “Le percentuali valgano anche per le frazioni”

Quote migranti, Minchella: “Le percentuali valgano anche per le frazioni”

La consigliera sammartinese ha chiesto al sindaco Leonardo Michelini di perorare la causa del paese di fronte al nuovo Prefetto di Viterbo Nicolò D’Angelo. “Le frazioni siano considerati territori a se stanti – ha detto recentemente in Consiglio comunale – e il calcolo del 2,5‰ sia calcolato sulla reale popolazione”.

ADimensione Font+- Stampa

Minchella vuole il rispetto delle percentuali anche nelle frazioni. La consigliera comunale del Partito Democratico Martina Minchella è intervenuta nel dibattito relativo al possibile arrivo di una sessantina di migranti nella frazione di San Martino.

La consigliera sammartinese ha chiesto al sindaco Leonardo Michelini di perorare la causa del paese di fronte al nuovo Prefetto di Viterbo Nicolò D’Angelo. “Le frazioni siano considerati territori a se stanti – ha detto recentemente in Consiglio comunale – e il calcolo del 2,5‰ sia calcolato sulla reale popolazione”.

La percentuale del 2,5‰ è il dato indicato nelle direttive ministeriali. Indica il numero massimo di migranti ogni mille abitanti. Rispettando il rapporto a San Martino, avendo circa 4mila abitanti, non potrebbero andare più di 10 migranti e non 60 come proposto alla Prefettura da una rete d’imprese. 60 migranti a San Martino, tra l’altro, porterebbero Viterbo oltre il 2,5‰ nella totalità del territorio comunale.

  • pascal91

    Ma certo, pure i quartieri siano considerati a sè allora. Può sempre provare a fare un referendum per la SanMartinExit.

Natale Viterbo