Inchiesta spazi pubblicitari, Quintarelli interrogato in Procura la prossima settimana

Inchiesta spazi pubblicitari, Quintarelli interrogato in Procura la prossima settimana

Fissato per la prossima settimana l'interrogatorio in Procura per il dirigente e ragioniere capo del Comune di Viterbo. Dall'altra parte della scrivania il pubblico ministero Paola Conti. L'accusa contestata è abuso d'ufficio, al momento è l'unico iscritto nel registro degli indagati.

ADimensione Font+- Stampa

Inchiesta assegnazione spazi pubblicitari di proprietà del Comune, la prossima settimana il dirigente e ragionieri capo del Comune di Viterbo Stefano Quintarelli sarà interrogato dal pubblico ministero Paola Conti.

Al momento è l’unico iscritto nel registro degli indagati. Le indagini erano in qualche modo balzate alla cronaca cittadina con il blitz della polizia locale presso l’ufficio tributi di Palazzo dei Priori. Era il gennaio 2013, quando diversi agenti vennero immortalati all’uscita dagli uffici con diversi scatoloni di documenti.

Atti passati al setaccio dal pm e dai suoi collaboratori. Il reato contestato a Quintarelli è abuso d’ufficio. L’ipotesi accusatoria presunti favoritismi nell’assegnazione degli spazi ad aziende “amiche”. L’interrogatorio non è stato richiesto dall’indagato. Non è escludibile che l’inchiesta possa allargarsi.