Questa mattina la prima unione civile di Palazzo dei Priori

Questa mattina la prima unione civile di Palazzo dei Priori

Leonardo Michelini officerà nella sala delle bandiere l'unione di Massimo e Maurizio. A Viterbo il terzo rito di una coppia omosessuale nella Tuscia dopo l'approvazione della Cirinnà.

ADimensione Font+- Stampa

Si celebrerà questa mattina la prima unione civile di Viterbo dopo l’approvazione del decreto Cirinnà. Alle 11 la sala delle bandiere di Palazzo di Priori sarà la location del primo “sì” pronunciato da una coppia dello stesso sesso in città: Massimo e Maurizio, che da tempo hanno presentato la richiesta all’ufficio anagrafe e che finalmente potranno veder realizzato il loro sogno.

A celebrare l’unione sarà il sindaco Michelini, che segnerà lo storico evento per il capoluogo della Tuscia. Intanto il primato in provincia è andato a Civita Castellana, dove all’inizio del mese si sono sposati Pietro e Ivalyo. Anche Tarquinia ha già avuto il suo battesimo delle unioni civili, ma ora tocca al capoluogo, dove sembra che nel frattempo le richieste siano in aumento fra celebrazioni e ratifiche di matrimoni svolti all’estero.

Banner
Banner
Banner