Provinciali, sarà Equitani contro Nocchi: anche il centrodestra ritrova l’unità

Provinciali, sarà Equitani contro Nocchi: anche il centrodestra ritrova l’unità

aolo Equitani, già vicepresidente della provincia di Viterbo in epoca Meroi, è il candidato di una lista unica.

ADimensione Font+- Stampa

Provinciali: alla fine il centrodestra è tornato sui propri passi e ha presentato una candidatura unitaria. Paolo Equitani, già vicepresidente della provincia di Viterbo in epoca Meroi, è il candidato di una lista unica.

Dopo il gran lavoro per non tornare a spaccarsi in più liste e candidati come fatto durante la scorsa tornata elettorale, il centrodestra ieri ha vissuto una domenica di agitazione. Equitani aveva ritirato la propria disponibilità, a causa del mancato impegno di alcuni sindaci che non volevano candidarsi.

Alla fine in tarda serata è tutto rientrato e questa mattina la presentazione della lista unitaria a sostegno proprio di Paolo Equitani. Per la destra locale si tratta già di un risultato importante che la prepara alle prossime più importanti scadenze elettorali dei prossimi mesi: dal Comune di Viterbo, alla Regione Lazio fino alle elezioni nazionali.

Sarà quindi Equitani contro Pietro Nocchi. Centrodestra contro centrosinistra. Le prossime elezioni provinciali, di secondo livello (non vedranno i cittadini al voto, ma i consiglieri comunali e i sindaci dei Comuni della provincia), si giocheranno nella sfida tra Pd+Mori e Centrodestra unito. Appuntamento per il 17 settembre.


La lista Centrodestra Unito

Massimo Bambini (San Lorenzo Nuovo)

Stefania Bronzo (Bolsena)

Guido Cianti (Sutri)

Consalvo Dolci (Marta)

Gianluca Grancini (Viterbo)

Antonio Mecaroni (Civitella D’Agliano)

Pietro Mencarini (Tarquinia)

Elpidio Micci (Viterbo)

Carlo Pellegrini (Bassano Romano)

Alessandro Romoli (Bassano in Teverina)

Banner
Banner
Banner